Politica
Appello del sindacato

Le donne della Cgil scrivono alle consigliere comunali: "un moto d'orgoglio per le dimissioni di Galligani"

Le donne della Cgil e dello Spi non tollerano il linguaggio utilizzato dall'ex capogruppo di Fdi in consiglio comunale a Pistoia, Lorenzo Galligani, per il quale chiedono le dimissioni totali. Ed hanno scritto una lettera indirizzata a tutte le consigliere pistoiesi per prendere posizioni contro il linguaggio usato.

Le donne della Cgil scrivono alle consigliere comunali: "un moto d'orgoglio per le dimissioni di Galligani"
Politica Pistoia, 25 Maggio 2020 ore 16:49

Il coordinamento delle Donne della Cgil e dello Spi-Cgil ha inviato una lettera alle consigliere comunali presenti a Pistoia per dissociarsi pubblicamente dalle parole dell'ex capogruppo di Fdi, Lorenzo Galligani, e per promuovere un "moto d'orgoglio" per chiedere, oltre al dissociarsi tutte pubblicamente, anche le dimissioni totali dal suo ruolo di consigliere e non solo di capogruppo.

Donne Cgil contro Galligani: "Parole inaccettabili"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che il coordinamento donne della Cgil e Spi Cgil ha inviato, nei giorni scorsi, a tutte le consiglieri comunali femmine che siedono a Palazzo Comunale di Pistoia ritornando sulla vicenda che ha visto come protagonista l'oramai ex capogruppo di Fratelli d'Italia, Lorenzo Galligani.

Chi lavora per la conquista della parità di genere e contro la violenza sulle donne, si impegna ogni giorno contro tutti i tipi di violenza, non solo quella fisica: da quella psicologica, più subdola, a quella della comunicazione verbale, volgare, truculenta e sessista, segnale di un’involuzione culturale preoccupante che trova amplificazione e sdoganamento sui social.

In questa battaglia di civiltà i Coordinamenti Donna CGIL e SPI CGIL operano da anni in rete con le istituzioni locali, con il mondo associativo e del volontariato, intercettando le sensibilità di tante altre donne e collaborando in un fronte trasversale che spesso supera le divisioni dei diversi schieramenti politici. Il centro Aiuto Donna, il Codice Rosa ed il nostro Sportello Donna sono servizi importantissimi e l’avere, da parte del Comune, istituito centri CAM per gli uomini maltrattanti, comprova, oltre la necessità di tutelare le vittime, l’assunzione di una visione terapeutica ed educativa nei confronti dei carnefici, basata sul riconoscimento del problema e del disagio da parte del maltrattante.

Ci rivolgiamo alle donne che siedono in Consiglio Comunale perché non tollerino al loro interno comportamenti violenti e lesivi della dignità umana. Ci riferiamo alle parole ed ai contenuti del post del consigliere Galligani, così lontani dai nostri sentimenti inclusivi, dalle nostre sensibilità accoglienti, così in antitesi con l’impegno politico in campo culturale e sociale sopra descritto, che il Comune di Pistoia ha sempre portato avanti e che anche questa Giunta si è impegnata a perseguire. Inaccettabili!

Un moto di sano orgoglio e un’alleanza di genere tra le donne che amministrano questa città
testimonierebbero altresì che per farlo occorre essere persone serie e quando si sbaglia in modo così
dissennato, ci si deve dimettere.

LEGGI ANCHE: Le modifiche alla viabilità in centro storico col ritorno del mercato

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter