Menu
Cerca
POLITICA

Daniele Cipriani, nuovo segretario provinciale di Sinistra Italiana

L’Assemblea Federale, immediatamente riunita, lo ha eletto all’unanimità e riconfermato l’ex deputato Roberto Barontini, quale presidente onorario

Daniele Cipriani, nuovo segretario provinciale di Sinistra Italiana
Politica Pistoia, 20 Febbraio 2021 ore 16:40

Si è concluso ieri, venerdi 19 febbraio, in tarda serata, con la votazione del nuovo organismo dirigente (Assemblea Federale) e del documento conclusivo, il 2° Congresso provinciale della Federazione pistoiese di “Sinistra Italiana”. Dopo la relazione introduttiva tenuta dal segretario uscente, Aldo Fedi, si è svolto un intenso e interessante dibattito che ha spaziato dalle tematiche generali nazionali a quelle locali, tracciando le linee che saranno seguite sul piano strategico/programmatico, sulla necessità non più rinviabile di ricomposizione della “Sinistra diffusa” in un unico soggetto politico e più in generale sulla politica delle alleanze.

Eletto all’unanimità

Oltre ai delegati al congresso sono intervenuti i rappresentanti provinciali delle forze politiche, sindacali e associative del mondo “progressista” pistoiese, portando nel dibattito congressuale diversi spunti di riflessione utili, da cui partire per un confronto a tutto campo, in vista anche delle prossime elezioni amministrative che interesseranno diversi Comuni della Provincia. Al termine sono stati eletti i nuovi organismi. “Assemblea Federale:” Barontini Francesca, Bessi Marina, Bresci Alberta, Brotini Luisella, Cacciapuoti Valeria, Corsi Giuliana, Dolfi Simona, Ingrosso Elsa, Iozzelli Manila, Soldani Sonia, Adamo Ubaldo, Cannici Vincenzo, Ciampolini Giuliano, Cipriani Daniele, Del Prete Gianpiero, Fedi Aldo, Fregnan Emiliano, Frosini Sergio, Maccari Loriano, Morosi Simone, Sandretti Franco, Scarola Salvatore, Tibo Giorgio, Tolve Gianfranco, Tommaso Vito. “Organo di Garanzia:” Gaudiello Filomena, Taddei Alfredo, Bartolini Valter.

L’Assemblea Federale, immediatamente riunita, ha eletto all’unanimità, Daniele Cipriani, nuovo segretario provinciale di S.I. e riconfermato l’ex deputato Roberto Barontini, quale presidente onorario. Con gli auguri di buon lavoro al neoeletto segretario e i ringraziamenti sinceri e unanimi al segretario uscente
Aldo Fedi, per l’ottimo lavoro svolto nel corso degli anni trascorsi alla guida di S.I., si sono conclusi i lavori.
———————————————————–
Nel documento politico finale, approvato all’unanimita dal Congresso, si legge, fra l’altro: “Come ben illustrato dal riconfermato Segretario nazionale di S.I. Nicola Fratoianni: ‘Io credo che questo piccolo partito, piccolo ma prezioso, continui ad essere per noi un bene utile per la sinistra, per gli ambientalisti, per le tante
esperienze civiche di questo paese – ha aggiunto –. Proviamo a rendere merito a tutte/i noi di questo lavoro che con tanta difficoltà, con tanti errori, abbiamo fatto in questi anni. E che oggi, insieme, decidiamo di voler continuare a fare anche per i prossimi anni’ L’Alleanza strategica con il campo progressista ed ecologista, lanciata
da Conte con il nome di Alleanza progressista per lo sviluppo sostenibile, a cui aderiscono il Movimento 5S, PD e LEU, non è da considerare meramente legata ad estemporanee alleanze elettorali, ma una risorsa per riconquistare l’egemonia culturale e politica della sinistra nella società italiana. Dentro a questa alleanza, Sinistra Italiana, in piena autonomia, porterà la propria identità, i propri progetti, la propria visione della città e del territorio poiché considera tale collocazione, indispensabile per contrastare l’avanzata della destra.

Per S.I. sono valori fondanti i diritti del lavoro, per cui sosteniamo l’approvazione della Carta sui Diritti fondamentali sul Lavoro proposta dala Cgil e che ha raccolto circa 1.200.000 firme; la ridefinizione della spesa pubblica e degli investimenti pubblici in direzione dei beni comuni fondamentali (a partire dalla sanità pubblica
e dalla scuola, università e ricerca pubblica, una previdenza in grado di tutelare gli anziani e dare una adeguata prospettiva pensionistica ai giovani) e in direzione della riconversione ecologica dell’economia per contribuire (a tutti i livelli territoriali) alla riduzione dell’effetto serra (che provoca i cambiamenti climatici ed i conseguenti disastri che si stanno intensificando) e alla notevole riduzione dell’inquinamento dell’aria, delle acque e dei cibi
(inquinamento che sta provocando danni crescenti alla salute e alla vita di tante persone).

Condividi