Menu
Cerca
La sinergia

"Dal Nido a casa" si sviluppa fra Comune di Pescia e cooperativa "Gli Altri"

Comune di Pescia e Cooperativa "Gli altri" in primo piano per l'iniziativa che vuole collegare maggiormente, in questo momento a casa, le attività degli asili nido comunali: ecco come.

"Dal Nido a casa" si sviluppa fra Comune di Pescia e cooperativa "Gli Altri"
Politica Valdinievole, 17 Marzo 2020 ore 12:39

Seppur abusata, la frase che i problemi talvolta diventano opportunità trova un’ottima applicazione a Pescia, grazie a una iniziativa del comune di Pescia e della cooperativa Gli Altri, legata all’asilo Nido il Cucciolo. La spiegazione di questo nuovo servizio è racchiusa in un simpatico volantino che è stato recapitato in vario modo a tutti i genitori dei bambini che frequentano questa struttura all’avanguardia sotto diversi profili.

Dal Nido a casa, l'iniziativa del Comune di Pescia e "Gli Altri"

“Dal Nido a casa, un progetto educativo ‘diffuso’” è il nome di questa iniziativa, che permette di continuare a distanza, coinvolgendo i genitori dei piccoli iscritti alla scuola , le attività ludico-didattiche , attraverso una serie di contenuti multimediali che saranno a disposizione di tutti ma che, nelle intenzioni di chi ha avuto questa bella idea, possono evolversi in nuovi progetti, giochi, contenuti di vario tipo con la collaborazione di tutti i partecipanti, ovviamente a distanza, ognuno dalla propria abitazione.

LEGGI ANCHE: L'ultimo saluto di Larciano a Giovanni Santoro

Letture, canzoncine, laboratori, condivisione di racconti e esperienze in questo momento sono al centro di questo progetto che può essere condiviso in diversi modi e che può diventare pilota per altre situazioni simili di continuità didattica a distanza, con la speranza ovviamente che non si ripresentino mai più, in queste proporzioni.

“Siamo davvero orgogliosi di una iniziativa che potrà permettere a tanti genitori di tenere occupati i figli che frequentano il nido Il Cucciolo in modo costruttivo e creativo- commentano il sindaco Oreste Giurlani e l’assessore alla pubblica istruzione Fiorella Grossi - e agli insegnanti e operatori di aggiungere temi e spunti che potranno fare crescere tutti. Per queste famiglie che, come tutti, devono necessariamente stare a casa, è certamente un aiuto importante per superare questo difficile momento, anche sotto l’aspetto psicologico”.