Politica

Covid-19, la richiesta del Pd pistoiese: “Il Comune inizi ad usare le risorse del bilancio”

Le richieste del gruppo consiliare del Pd in consiglio comunale a Pistoia dove si chiede di non fare "doppiopesismo" dopo le polemiche fra Conte, Meloni e Salvini e, soprattutto, che si inizi ad usare il bilancio comunale approvato per approntare misure significative per la città.

Covid-19, la richiesta del Pd pistoiese: “Il Comune inizi ad usare le risorse del bilancio”
Pistoia, 12 Aprile 2020 ore 18:38

Il comunicato diffuso dal gruppo consiliare del Pd in consiglio comunale a Pistoia sulle preoccupazioni per il futuro post- Covid-19 soprattutto da un punto di vista economico.

“Si apra la riflessione sulla fase-2” la richiesta del Pd di Pistoia al Comune

Di seguito il comunicato stampa diffuso dal gruppo consiliare del Partito Democratico in consiglio comunale a Pistoia (Walter Tripi capogruppo, Mario Tuci, Alvaro Alberti, Antonella Cotti).

Queste festività di Pasqua vedranno molte persone vivere con angoscia e preoccupazione sul proprio futuro: purtroppo l’emergenza Coronavirus ha ampliato e di molto la platea delle famiglie che hanno esigenza di supporto. Se davvero tra qualche settimana potremo cominciare a pensare alla fase 2, riteniamo giusto che anche come amministrazione comunale si apra una riflessione su quali fondi poter mettere a disposizione per integrare le attività del Governo, a partire dal Bonus Spesa che sta ottenendo un utile successo, ma fino anche al sostegno alle attività produttive e a chi si trova, magari per la prima volta, in una situazione di indigenza perché del tutto fermo con il proprio lavoro. Tutto questo, senza dimenticare chi già era ai margini.

Molte sono le leve che possono essere mosse a livello locale: la tassazione comunale e fondi per piccoli sussidi in primis. Ad ora, non siamo a conoscenza di nessuna variazione di Bilancio che riguardi tali ambiti. D’altronde, le stesse forze che governano Pistoia, non si fanno mancare di gridare all’insufficienza del Governo mentre non hanno ancora previsto alcuna misura a livello locale: un doppiopesismo stucchevole, mentre crediamo sia necessario che ogni livello istituzionale faccia la propria parte, senza scaricare su altri. Come abbiamo più volte ricordato, ad ora il Comune non ha usato pressoché niente del proprio Bilancio, limitandosi a gestire le risorse regionali e nazionali: riteniamo sia giunto il momento di pensare concretamente a delle misure comunali, da strutturare per tempo in modo che siano già operative quando la fase emergenziale sarà finita. Pistoia, come tutta l’Italia, si troverà ad essere diversa da prima: occorre fiducia, che ai pistoiesi non mancherà, ma anche il Comune deve fare la propria parte per sostenere i cittadini. Noi siamo disponibili a un confronto per scegliere le misure e sostenerle.

LEGGI ANCHE: Confindustria Toscana Nord sferza il Governo sull’inizio della fase-2

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità