Opere del Comune

Controlli del Comune sulle alberature: servono abbattimenti a Belvedere e Scornio

Prosegue il piano di messa in sicurezza da parte del Comune di Pistoia sulle alberature: sotto la lente di ingrandimento un buon numero di pini nella zona di Belvedere e Scornio che, purtroppo, dovranno essere abbattuti.

Controlli del Comune sulle alberature: servono abbattimenti a Belvedere e Scornio
Politica Pistoia, 03 Febbraio 2021 ore 15:42

Proseguono la verifica e la messa in sicurezza degli alberi presenti nelle aree a verde comunali. Nei prossimi giorni partiranno interventi nelle zone di Villaggio Belvedere e Villaggio Scornio.

Messa in sicurezza degli alberi nelle aree a verde da parte del Comune di Pistoia

Nel giardino di via dei Tigli, accanto alla chiesa di Michelucci a Belvedere, dopo i controlli con il metodo VTA (Visual Tree Assessment - valutazione visiva dell'albero su basi biomeccaniche), i tecnici incaricati hanno programmato una serie di abbattimenti ai fini della messa in sicurezza della zona.

In questa parte della città, infatti, sono presenti numerosi pini domestici (Pinus pinea) ormai giunti a maturità, che sovrastano i tigli (Tilia x europaea) che soffrono della copertura degli stessi pini, i quali presentano “vigore mediocre”, hanno il fusto contorto e inclinato, spesso biforcato e chioma con presenza di rami secchi e monconi. I tecnici hanno valutato la necessità di liberare i tigli dalla presenza dei pini per consentirne uno sviluppo migliore. La soluzione individuata per la stabilità complessiva degli alberi dell’area è di abbattere dieci pini nella metà del giardino che si trova a ovest e cinque pini nella parte est del giardino, perché poco stabili. I pini abbattuti saranno in parte sostituiti con altri esemplari, anche di diversa specie, che saranno posizionati prevalentemente sul lato sud.

«L'obiettivo dell'Amministrazione – ricorda l'assessore al verde pubblico Alessio Bartolomei - è di rendere sicuri parchi, giardini e tutte le aree del territorio comunale dove sono presenti gli alberi. E' pericoloso mantenere le piante di scarso vigore, in particolare nelle zone molto frequentate. Proprio per questo motivo, dopo accurate verifiche, vengono individuati gli alberi che rischiano di cadere e allo stesso tempo, dopo averli rimossi, ne vengono piantati altri al loro posto. Questa operazione permette di rinnovare e allo stesso tempo mantenere l'ampio patrimonio pubblico verde cittadino».

Sempre a seguito delle verifiche tecniche saranno abbattuti tre pini, collocati in un’aiuola stradale in via Brenta e un pino nell’area a verde lungo via Pordoi nel Villaggio Scornio. In via Brenta i pini sono stati collocati in un’area stretta e, una volta cresciuti, si sono ritrovati all’interno degli edifici e della viabilità, mentre in via Pordoi il pino da abbattere presenta una conformazione e inclinazione tale da richiederne la rimozione. In via Brenta sarà valutato il reimpianto di alberi di minore dimensione, compatibilmente con le superfici a disposizione.

Uno specifico intervento riguarda invece otto alberi di Ippocastano (Aesculus hippocastanum) collocati in via della Pineta a Villaggio Belvedere.È stato rilevato, infatti, un deperimento diffuso degli esemplari presenti e dopo il crollo di due alberi, avvenuto nei mesi scorsi, è stato deciso l’abbattimento di quelli rimanenti. Tutti presentano deperimenti diffusi dell’apparato radicale e del tronco con evidente rischio per la sicurezza dell’area. Gli otto alberi abbattuti saranno sostituiti con un numero uguale di esemplari, anche di diversa specie, che saranno posizionati sulla stessa area e nel limitrofo terrapieno a confine con il lato sud del Parco del Villone Puccini.