Menu
Cerca
emergenza

I consiglieri Pd Niccolai e Fratoni hanno incontrato gli impiantisti: “I ristori devono arrivare velocemente”

Oggi, lunedì 15 febbraio, i consiglieri regionali del Pd Marco Niccolai e Federica Fratoni hanno incontrato gli impiantisti della montagna pistoiese, allo stremo delle forze per l'emergenza sanitaria ed economica.

I consiglieri Pd Niccolai e Fratoni hanno incontrato gli impiantisti: “I ristori devono arrivare velocemente”
Politica Montagna, 15 Febbraio 2021 ore 17:48

Il presidente della commissione regionale Aree Interne, Marco Niccolai, ha iniziato questa mattina un tour di incontri con gli operatori del settore neve. Presente anche la consigliera regionale Federica Fratoni.

Niccolai e Fratoni (Pd) in montagna per parlare con gli impiantisti

Il consigliere regionale Pd Marco Niccolai, nella sua veste di presidente della Commissione Aree Interne, ha iniziato oggi un tour di incontri con gli operatori delle stazioni sciistiche della Toscana, settore duramente colpito dalle restrizioni dovute all’emergenza Covid. La prima tappa questa mattina agli impianti dell’Ovovia dell’Abetone. All’incontro era presente anche la consigliera regionale Pd Federica Fratoni.

“E’ stata un’occasione molto utile per incontrare gli operatori economici del territorio: non solo gli impiantisti ma negozianti, noleggiatori e altri imprenditori– spiega Niccolai – Il Consiglio Regionale ha già approvato una legge regionale, alla quale seguirà a breve il bando, per dare ristori ai maestri di sci colpiti dalla chiusura degli impianti sciistici. Ma ci rendiamo conto che certo questo non basta. La Regione, insieme alle altre regioni del Centro Nord, sta portando avanti con il Governo un confronto sulla stesura del decreto ristori 5, per riconoscere contributi economici anche agli impiantisti e agli operatori del settore neve, che vedono la seconda stagione consecutiva andare in fumo. Credo che questo decreto ristori debba essere redatto velocemente dal nuovo Governo. La Regione Toscana, con il proprio bilancio, – continua Niccolai –non può sostenere ristori sufficienti per far fronte in modo serio ai numerosi problemi che hanno riscontrato le aziende durante questa emergenza Covid ma vuole fare la sua parte.
Oltre alla misura per i maestri di sci, stiamo lavorando per forme di sostegno alle aziende dei territori colpite dall’emergenza neve di inizio anno, con i fondi derivanti dallo stato di calamità. Con gli operatori ho fatto il punto anche su altri interventi su cui stiamo lavorando e che interessano il tessuto alberghiero, oltre ai recente bandi sui bar. Infine – conclude Niccolai – ho avuto l’occasione di spiegare l’impegno anche sulla viabilità dopo le ripetute frane sulla Statale 12, con la lettera che abbiamo inviato alla direzione regionale di ANAS dove abbiamo chiesto provvedimenti urgenti. Continueremo a seguire con attenzione tutte queste problematiche.”.

“Gli interventi a sostegno della nostra montagna dovranno essere orientati su due differenti piani – ha detto la consigliera regionale del Pd, Federica Fratoni – il primo riguarda l’arrivo veloce di ristori ed indennizzi per tutte quelle attività che sono state costrette alla chiusura in questa stagione invernale perché hanno bisogno di risorse necessarie sia per poter sopravvivere ma anche per prepararsi al meglio in vista delle prossime stagioni turistiche. Il secondo piano riguarda l’impegno che si deve assumere la Regione Toscana per elaborare un progetto di montagna che deve focalizzarsi sulla dotazione di infrastrutture a 360 gradi che comprenda la viabilità così come la connettività delle aree interne ed i servizi essenziali. Inoltre è opportuno lavorare per progettare sull’alta montagna un tipo di turismo che possa completare l’offerta e che si orienti su nuove strutture sportive all’altezza supportare l’accoglienza delle strutture private che, come abbiamo sentito in questa giornata ad Abetone dalla viva voce dei diretti interessati, sono pronte ad investire per crescere in ottica futura e riqualificare quello che oggi già c’è. Infine – conclude Fratoni – la Regione dovrà aggiornare la legge 93/93 e finanziarla in maniera sistematica ma devo dire che, su questo aspetto, si stanno facendo passi in avanti”.