verso le elezioni

"Cambiamo! Coraggio Italia" affonda il colpo ad Abetone Cutigliano contro Fdi

Dopo le dichiarazioni di Fdi sul "Giornale di Pistoia e della Valdinievole" in edicola da oggi, venerdì 6 agosto, la replica di "Cambiamo! Coraggio Italia" sulle accuse mosse: la campagna elettorale entra nel vivo.

"Cambiamo! Coraggio Italia" affonda il colpo ad Abetone Cutigliano contro Fdi
Politica Montagna, 06 Agosto 2021 ore 16:48

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso da "Cambiamo! Coraggio Italia" sulle elezioni di Abetone Cutigliano in programma il prossimo 3 e 4 ottobre in relazione all'articolo uscito da oggi, venerdì 6 agosto, sul nostro settimanale Giornale di Pistoia e della Valdinievole.

Elezioni Abetone Cutigliano, "Cambiamo! Coraggio Italia" replica alle accuse di Fdi

Paradossale che chi parla di favole, me ne abbia raccontate tante e non credo di essere stato il solo. Posso capire che qualcuno sia...infastidito? Perchè non riesce ad aggregare. Però se mi viene a parlare di logiche partitiche e poi si fa notare ad altri di essere al 1% questo è quanto meno un ossimoro. Tanto per spiegarla a chi non capisce (o fa finta di non farlo), vorrei ricordare che: 1) Petrucci fu eletto nel 2017 quando il suo partito era dato al 3-4% (a 5 anni dalla nascita) 2) Montagna è un civico non tesserato a nessun partito.

Poi che ci si metta d’accordo! La lista uscente è stata definita dal suo capogruppo, sui giornali come “civica che non vuole intrusioni dai partiti”, mentre a volte viene citata come centrodestra. Prima di tutto dovrebbe essere fatta chiarezza in questo senso. Inoltre ribadisco per l’ennesima volta che chi parla di percentuali nazionali e non ha capito che nelle comunali contano più le persone che i simboli, vuol dire o che non ha imparato la lezione degli ultimi 3 anni o vuol perdere.

Inoltre mentre io a gennaio chiedevo di parlare delle elezioni di Abetone, c’ era chi accampava mille scuse e andava invece a braccetto su San Marcello (al voto nel 2022) con un rappresentate di un partito allo  zero virgola zero, che ora ha annunciato di candidarsi in un altro comune, contro uno degli amministratori più amati e capaci del centrodestra.

Come sempre faccio un appello all’unità, perché sono per l’inclusione e non per la divisione (a differenza di altri), ma solo se questa si basa sul dialogo e il bene del territorio e non sulle imposizioni.