Menu
Cerca
IL BILANCIO

“Basta accuse di immobilismo”: il bilancio della maggioranza in Consiglio comunale a Pistoia

“Basta accuse di immobilismo”: il bilancio della maggioranza in Consiglio comunale a Pistoia
Politica Pistoia, 16 Marzo 2021 ore 10:08

“Riceviamo continue accuse di immobilismo – ha affermato Francesco Pelagalli, capogruppo di Fratelli d’Italia – senza però analizzare fino in fondo gli sforzi che questa Amministrazione ha fatto e sta facendo in molti campi”.

“Basta accuse di immobilismo”

“Dopo molto tempo- ha proseguito Pelagalli –  abbiamo piani di investimento da 13 milioni di euro all’anno, un bilancio in ordine che a consuntivo non utilizza entrate straordinarie per coprire le spese correnti di bilancio. Negli ultimi 3 anni abbiamo investito 3 volte tanto all’anno nello sport rispetto ai 15 anni precedenti (senza considerare la grossa partita di cofinanziamento statale del Bottegone); abbiamo speso 6 volte quello che veniva speso nelle scuole fino al 2017 e sulle manutenzioni abbiamo cercato di intervenire in tutti i settori che richiedessero urgenza con accordi quadro fino a 900 mila euro. Dal 2017 abbiamo intrapreso il Nostro progetto di raccolta differenziata, che adesso è in fase di completamento, e dal 2022 vedremo i risultati effettivi che puntano ad una raccolta differenziata pari al 70 percento: certamente un progetto che ha richiesto tempo ma che era necessario per sostituire il programma fallimentare della giunta precedente, il quale, in 3 anni, non aveva prodotto alcun risultato in termini di aumento di raccolta differenziata. Qualcuno di minoranza ci accusa di non aver fatto niente sui temi della green city, sulla transizione ecologica: vorrei ricordare agli amici di opposizione che a Pistoia abbiamo (avevamo) scuole con coperture di amianto e impianti sportivi con caldaie di 30 anni fa, crediamo che l’essere green parta anche dalla risoluzione di questi indicibili problemi.”

Il bene di Pistoia

“Questa squadra di governo sta facendo davvero grandi passi per il bene della citta’ di Pistoia – ha detto il capogruppo della Lega Salvini Premier Francesco Mazzeo -. E i numeri parlano chiaro. Questa maggioranza in pochi anni e’ riuscita a fare investimenti che sono piu’ che raddoppiati rispetto al passato, sia in generale che nei settori di scuola e sport. I numeri contenuti nel bilancio evidenziano il grande lavoro svolto. Purtroppo le opposizioni hanno parlato del bilancio senza esserne sufficientemente informati: questa manovra, infatti, ha passaggi importantissimi e ne vorrei ricordare alcuni. Per quanto riguarda il sociale la vicesindaco Celesti e’ riuscita a raggiungere obiettivi impensabili in soli tre anni e mezzo. Il “braccio armato” della Società della Salute ha dato risposte concrete e importanti rispetto a esigenze e richieste dei cittadini in tema di salute, in un momento cosi’ difficile a causa della pandemia. Celesti e’ riuscita a creare anche la Casa della Salute, una struttura con cure intermedie che riesce a intervenire piu’ tempestivamente e aiutare tante persone nel loro percorso di degenza e guarigione. In merito agli edifici scolastici e la loro sicurezza, l’assessore Frosini e’ riuscita in un’impresa difficile: numerosi cantieri aperti e milioni di euro investiti per restituire alla citta’ scuole sicure per i bambini. Infine l’importante operazione di allacciamento all’acquedotto pubblico per numerose famiglie, un obiettivo importante fortemente voluto anche dalla nostra forza politica. Con le stesse entrate questa maggioranza e’ riuscita ad avere un avanzo di bilancio di 3,900,000,00 euro a differenza della precedente amministrazione che veniva da diversi anni con il bilancio in disavanzo, pur avendo utilizzato oneri di urbanizzazione e utili di partecipate per la spesa corrente. Sempre con le stesse entrate questa maggioranza e’ riuscita a ridurre l’indebitamento di circa dieci milioni di euro raggiungendo un traguardo eccezionale come primo comune in Toscana nel riuscire a pagare le fatture dei fornitori con tredici giorni di anticipo sui trenta previsti dalla legge.”

“Spesso gli amministratori sono talmente immedesimati nel loro ruolo, che i cittadini, appaiono un passo avanti – ha dichiarato Iacopo Bojola Capogruppo di Forza Italia-Centristi per l’Europa – tuttavia questa considerazione di buon senso, non sembra appartenga a tutti. Alcuni esponenti dei numerosi gruppi nei quali si distinguono le Minoranze, infatti, hanno inaugurato la campagna elettorale del 2022 tuffandosi in schermaglie e provocazioni, ma vorrei ricordare a tutti noi che questo approccio, nel 2017, ci portò a 9 candidati a Sindaco, 22 liste e ben 600 candidati al Consiglio Comunale, culminando con la vittoria del Centro-destra, sicuramente più coeso e foriero di speranze che non erano rintracciabili nelle manie di protagonismo delle compagini dell’opposizione che in 4 anni sono passate da 5 a 8 gruppi consiliari. Per quanto concerne la cosiddetta componente “moderata” della Maggioranza Tomasi, mi sembra evidente che i fatti siano la migliore risposta a certe critiche, basti pensare al lavoro svolto da Anna Maria Celesti ed Alessandra Frosini che hanno operato rispettivamente: sul fronte Socio-Sanitario e su quello dell’Edilizia Scolastica. Un esempio? – continua Bojola – mi viene in mente pensando all’area ex-Ceppo. L’accordo di programma della precedente amministrazione prevedeva il passaggio al Comune della maggior parte degli edifici del vecchio nosocomio e la realizzazione di una struttura sanitaria nel complesso prospicente Viale Matteotti, fra l’altro semi-abusivo, con investimenti di diverse decine di milioni di denaro pubblico individuati solo in minima parte, di conseguenza un’altra vicenda aree ex-Breda era all’orizzonte. Noi ci siamo adoperati per modificare quel progetto faraonico ed oggi il “vecchio Ospedale” sta riprendendo le sue funzioni che presto saranno implementate, così come auspicato nel marzo 2020 da personalità autorevoli come il Prof. Ivano Paci, l’ex Sindaco di Pescia Galileo Guidi e gli ex Presidenti della Cassa di Risparmio Zollo e Colomeiciuc che commentavano una nostra proposta apparsa poco prima sui media locali. Tutto questo perché abbiamo una Visione della Città concreta e scandita dalle priorità che con lo stesso spirito ci hanno visto intervenire su oltre 40 edifici scolastici per gli adeguamenti sismici, la messa in sicurezza degli impianti e tutto quello che riguardava la manutenzione, da tempo abbandonata e del tutto scarsa, tant’è che negli anni precedenti solamente 3 edifici su 57 erano stati attenzionati ed uno di essi inaugurato nel 2016 non aveva neppure le certificazioni previste dalla legge. In conclusione, scuole sicure ed adeguate agli standard europei, un sistema infrastrutturale socio-sanitario in via di recupero, ma anche sostegno e tutela delle imprese locali, dell’artigianato e del made in Italy, anzi made in Tuscany – termina Bojola – sono i cardini del nostro impegno.”

Gli investimenti sullo sport

“Sullo Sport – ha spiegato Paola Calzolari, capogruppo di Amo Pistoia – la verità è che sono stati fatti lavori sui nostri impianti per circa 4 milioni di Euro e quello che è stato il tallone di Achille fino ad ora dell’ultime amministrazioni diventerà ne sono sicura il punto di forza di questa amministrazione alla fine del mandato. Non avendo la bacchetta magica né lo zio Paperone che arriva e finanzia tutto abbiamo proceduto per step partendo dai lavori urgenti per permettere intanto ai nostri ragazzi, ai nostri sportivi di ripartire a fare sport…in luoghi sicuri, verificati ( fino ad ora non vi era un impianto a norma). Ciò ha comportato scelte dolorose, disservizi…malumori ma noi nonostante tutto con coraggio siamo andati avanti perché ciò che interessa a questa amministrazione è la sicurezza negli impianti sportivi. Campo Scuola: lo stiamo rimettendo a nuovo con il rifacimento della Pista di Atletica, rinnovo attrezzature, muro di contenimento. Sono già stati programmati anche i seguenti ulteriori lavori: nuovo impianto di illuminazione, copertura della tribuna esistente. Palazzetto dello Sport: Stiamo rendendo a norma il Palazzetto con un intervento da 480mila euro. Il Comune è impegnato, da mesi, nei lavori necessari a rendere agibile il Palazzetto adeguandolo alla normativa antincendio. Un problema che non nasce certo oggi ma di cui si parla da anni. Per la prima volta, però, è stato dato avvio ad un imponente piano di miglioramento e messa a norma della struttura. Stadio Comunale: già concluso il Progetto di Miglioramento Sismico della Tribuna Ovest; Gia’ acquistati e sostituiti i nuovi seggiolini per la Tribuna Ovest. Già Ampliato l’impianto di illuminazione dell’area di gioco. Già in fase di esecuzione l’intervento locale di consolidamento strutturale della Tribuna Nord Affidato l’incarico per la progettazione miglioramento sismico. Diversi interventi sulle palestre: stiamo intervenuti con lavori nella Piscina presso la Scuola Secondaria di I Grado Raffello e nella Palestra Raffaello, Palestra Marini, Palestra Pertini, Palestre Impianto sportivo Legno Rosso, Palestra Anna Frank, Piscina Bonario ove sono stati fatti lavori di manutenzione straordinaria e rimosso un Ponteggio esistente dal Giugno 2011. Stiamo per intervenire sull’antincendio della palestra Martin Luther King. Infine siamo interventi con lavori nella Pistoia di Pattinaggio alle Fornaci e abbiamo completamente ristrutturato con un progetto tutto nuovo il Pallone di Pattinaggio di Valdibrana. A tal riguardo voglio sottolineare a proposito di questo intervento che comunque si fosse fatto sarebbe stata una polemica ma la verità è che finalmente abbiamo un impianto completamente funzionale dotato di bagni, spogliatoi, stanza infermeria, stanza audio, un impianto che sarà utilizzato non solo dalle società di pattinaggio ma anche dalle scuole, per le competizioni di arti marziali e ballo.”

Infine è Fabio raso, Capogruppo di Pistoia Concreta a prendere la parola: “Il 2020 per la Cultura è stato un anno critico ma nonostante ciò la revisione complessiva degli Istituti culturali volta alla loro razionalizzazione e valorizzazione è stata portata avanti come base per uno sviluppo culturale della città più efficiente ed efficace; l’adesione al Sistema Museale Regionale è stata un’opportunità di crescita e di miglioramento per tutti i nostri musei e luoghi della cultura facendo rete, rafforzando la collaborazione tra Regione Comuni e altri Enti. Il legame indissolubile tra le opere di Marino Marini e la nostra città è stato confermato con una sentenza del Tar riconoscendo il vincolo tra la collezione di Marini e il Palazzo del Tau e questo è il passo fondamentale per portare avanti l’obiettivo della riapertura del museo. L’amministrazione sta lavorando per recepire il patrimonio delle opere di Giuseppe Gavazzi ed accogliere la collezione d’arte del Novecento attualmente al Museo Civico presso il Palazzo Fabroni.”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli