Elezioni e polemiche

Bartolomei (Lega) sulla gara Tpl e le accuse arrivate dai consiglieri del suo stesso partito

La risposta ferma e precisa del candidato consigliere regionale della Lega, Alessio Bartolomei, alle accuse arrivate dal suo stesso partito e la posizione in merito alle ultime vicende sul Tpl toscano.

Bartolomei (Lega) sulla gara Tpl e le accuse arrivate dai consiglieri del suo stesso partito
Pistoia, 02 Settembre 2020 ore 00:24

Finito nell’occhio del ciclone per la clamorosa “sfiducia” di due dei quattro consiglieri comunali di Pistoia della Lega per non essersi dimesso da assessore, Alessio Bartolomei replica e parla di Tpl per quanto riguarda le elezioni regionali ed il ricorso respinto dal Tribunale di Firenze presentato dalla Regione.

La posizione di Alessio Bartolomei (Lega) sul ricorso respinto della Regione sul Tpl

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa da parte del candidato consigliere della Lega, Alessio Bartolomei, per il collegio pistoiese in vista delle prossime Regionali.

“Brutte notizie per la Regione Toscana e per Enrico Rossi – ha scritto – Il tribunale di Firenze ha dato ragione alle aziende locali che gestiscono il trasporto pubblico nella nostra regione che non dovranno consegnare i loro beni ad Autolinee Toscane che, a dispetto del nome, è una società francese. Andiamo avanti e confidiamo nella decisione del Consiglio di Stato del prossimo ottobre affinché il servizio di trasporto pubblico torni in mano alle nostre aziende locali”.

Così il candidato al consiglio regionale della Lega (Pistoia), Alessio Bartolomei commenta la notizia della decisione del tribunale di Firenze di rigettare il ricorso presentato dalla Regione per ottenere dagli attuali gestori del Tpl, fra cui la pistoiese Copit, la consegna immediata dei mezzi di trasporto e degli immobili alla società Autolinee Toscane.

“Era giusto attendere la fine del contenzioso – conclude Bartolomei – Confidiamo nell’appuntamento di ottobre. Forza, andiamo avanti per salvare le nostre aziende di trasporto locali e per lasciare la gestione dei servizi pubblici toscani in mani ad aziende toscane”.

 

Bartolomei risponde ai consiglieri della Lega Gabriele Gori e Francesco Mazzeo

“Lavorerò, come ho sempre fatto – ha aggiunto Alessio Bartolomei – per il nostro territorio, fiero di aver contribuito con le mie idee a rendere alla provincia di Pistoia un ruolo centrale nel dibattito politico in Regione Toscana”.

Così il candidato della Lega Alessio Bartolomei replica alle polemiche che in queste ore stanno affollando i social sull’opportunità della sua candidatura al consiglio regionale.

“In Italia sono centinaia gli assessori, i sindaci e i consiglieri comunali in lista che avrebbero dovuto dimettersi dal proprio ruolo per correre alle elezioni regionali, ma le dimissioni che vengono chieste a me non ci sono state. Siamo a disposizione del partito, e proprio per questo, ancora di più in questo momento di emergenza, l’impegno del nostro mandato, ci infonde una determinata grinta a proseguire per questa tortuosa strada. La Regione è una sfida da vincere per il territorio, affinché Pistoia ottenga quelle risorse economiche che negli anni passati gli sono state negate. Essere assessore del Comune capoluogo non può per me che essere un motivo in più per battermi affinchè la nostra provincia torni ad essere attrattiva e competitiva a livello regionale”.

Dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici: lo chiedono i consiglieri Lega Gori e Mazzeo

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità