SPORT

Autogiro d’Italia 18 settembre si ferma a Montecatini

Villaggio Ospitalità Confartigianato alle Terme Tettuccio dalle ore 16 tutte le macchine e prodotti artigianato artistico in esposizione. Confartigianato Pistoia consegnerà due premi speciali a due artigiani pistoiesi.

Autogiro d’Italia 18 settembre si ferma a Montecatini
Valdinievole, 15 Settembre 2020 ore 17:54

L’Autogiro d’Italia 2020 è una manifestazione non competitiva per auto storiche che si snoda su un suggestivo percorso a tappe e che porta gli equipaggi ad attraversare luoghi e scenari affascinanti, con partenza ed arrivo a Verona. Sono 1700 chilometri ,65 gli equipaggi dell’’Italia dell’artigianato e delle piccole imprese per celebrare lo stile e la velocità delle auto d’epoca, la passione di chi le guida e il talento degli artigiani che le mantengono in perfetta forma.

Il 18 settembre alle Terme

Da Verona il giro si è spostato a Treviso, Cortina d’Ampezzo, Trento e Salsomaggiore Terme e il 18 si ferma a Montecatini, per terminare domani 19 settembre con l’arrivo al Castello Scaligero a Verona dove si svolgerà la cerimonia di premiazione.
Confartigianato anche quest’anno è partner della manifestazione creando sinergie tra il mondo delle auto storiche e quello dell’autoriparazione e dell’artigianato con l’interesse comune di valorizzare il patrimonio di tradizione, ma anche economico e culturale dei veicoli storici, veri e propri capolavori anche grazie alla maestria dei carrozzieri e degli autoriparatori.

Nell’Autogiro d’Italia non c’è soltanto la passione per la tradizione motoristica, per i raid epici e per le storiche competizioni delle gran fondo su strada, ma fa scoprire l’identità artigiana dei territori italiani che sono stati attraversati durante la corsa.
A Montecatini presso le Terme il Tettuccio Confartigianato Pistoia ha allestito un Villaggio Ospitalità aperto dalle ore 16 alle ore 20 dove saranno accolti gli equipaggi e accanto alle auto in esposizione ci sarà il meglio dei prodotti e dei servizi realizzati dagli artigiani locali.

Una scelta ben precisa per ribadire il valore artigiano che caratterizza con un’impronta speciale il nostro Paese che l’Autogiro ha attraversato.
A Montecatini esporanno artigiani di talento come Lucio Picone maestro della scarpa fatta a mano, Giorgio Agostinelli maestro di ceramica e i fratelli Mauro e Giuseppe Mori, due meccanici di professione con una profonda passione per le biciclette, che coltivano con una collezione privata che espone modelli ottocenteschi e novecenteschi, che ripercorrono la storia del più diffuso mezzo di locomozione a due ruote.

Confartigianato Pistoia in occasione dell’autogiro consegnerà due premi speciali a chi nel mondo delle auto e moto d’epoca si è contraddistinto: il pistoiese Alfredo Lippi ideatore della Coppa della Collina e Mauro Mori, titolare della azienda Eredi Mori srl di Pavana storica impresa di Confartigianato Pistoia che insieme alla famiglia Mori detiene una collezione privata di Macchine, Moto e Cicli d’Epoca  unica nel suo genere.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità