Politica e salute

Amianto all’ex Breda, Grasso (Italia Viva): “Serve unità delle forze politiche”

Il consigliere comunale di "Italia Viva" Giovambattista Grasso ritorna sull'argomento molto delicato delle pensioni per i lavoratori ex Breda che hanno respirato amianto e che ancora non si vedono riconosciuto il loro diritto.

Amianto all’ex Breda, Grasso (Italia Viva): “Serve unità delle forze politiche”
Pistoia, 17 Ottobre 2020 ore 23:40

Il Consigliere Comunale di Italia Viva Giovambattista Grasso, operaio Hitachi e promotore della battaglia per il riconoscimento dei requisiti ai lavoratori esposti all’amianto alla fine degli anni 80, interviene sugli ultimi sviluppi della faccenda.

Grasso (Italia Viva) sulla situazione amianto all’ex Breda

«C’è stata una nuova battuta d’arresto, l’ennesima e in fabbrica si respira ormai un atmosfera di grande sfiducia e rassegnazione». Continua Grasso: «se la classe politica vuole riscattarsi, dobbiamo agire in modo unito e compatto. Serve un’iniziativa comune a tutti i partiti che non molli su alcuni punti fermi: il riconoscimento, ma nella pratica, del diritto al ritiro ai lavoratori che lo hanno già formalmente maturato; la battaglia contro ogni utilizzo dei fondi dedicati all’amianto come finanziamenti per altre forme di ammortizzazione sociale; la verifica dell’autenticità concreta delle molte domande che, rimaste in stato di non accoglimento per tre anni (dal 2016 al 2019), improvvisamente scopriamo essere state accolte in numero di centinaia nell’anno corrente».

Conclude Giovambattista Grasso.

«Le risorse destinate dall’allora Governo Renzi erano per lavoratori del nostro settore esposti all’amianto per via dei lavori al tetto. Chiunque non abbia queste condizioni non ha accesso a quelle risorse. Che non possono essere destinate ad altre economie».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità