Politica
POLITICA

Agliana, Vannuccini: "Il triste teatrino di una maggioranza a pezzi"

Lunedì scorso durante il Consiglio comunale, nella votazione sul bilancio, il gruppo di Agliana civica (Ex Lega) ha deciso di astenersi, segnando una frattura definitiva con il resto della maggioranza

Agliana, Vannuccini: "Il triste teatrino di una maggioranza a pezzi"
Politica Piana, 18 Luglio 2022 ore 10:23

Lunedì scorso durante il Consiglio comunale, nella votazione sul bilancio, il gruppo di Agliana civica (Ex Lega) ha deciso di astenersi, segnando una frattura definitiva con il resto della maggioranza. "Non votare il principale documento che l’Amministrazione comunale porta in Consiglio è un atto molto significativo che va oltre le polemiche e le discussioni dentro la litigiosa maggioranza Benesperi. Per un gruppo che si allontana dalla maggioranza ce n’è uno di opposizione che invece fa da stampella: Nerozzi di Agliana Cambia (la lista del Sindaco Mangoni nel 2019) decide di votare favorevole al bilancio". Lo dice Massimo Vannuccini, capogruppo del Pd di Agliana.

La chiarezza

"Il capogruppo di Agliana Civica Silvio Buono dichiara l’astensione al bilancio parlando di poco ascolto e coinvolgimento, nessuna attuazione delle mozioni consiliari, assenza di manutenzione ordinaria del territorio, e dopo aver criticato l’Assessora al bilancio per la sua estraneità da Agliana, in quanto imposta dalla Lega pur essendo consigliere comunale a Buggiano. Ebbene sì, sono tutte recriminazioni che da tempo denunciamo dall’opposizione: Benesperi non parla di ambiente e raccolta dei rifiuti, il Parco Pertini è a pezzi (e non solo per le sponde e la staccionata) le strade restano un colabrodo e il Sindaco millanta come grandi interventi gli investimenti sulle barriere architettoniche (è dal 2016 che ogni anno vengono stazionari almeno 150.000 euro da investire sui marciapiedi). Per non parlare di tutte le contraddizioni dell’Assessora Gherardi, spesso impreparata in commissione nonostante la sua formazione tecnica e, per oltre un anno - come ampiamente contestato fuori e dentro il consiglio - titolare di ruoli e redditi incompatibili con la carica di Assessore. Un quadro desolante di chi governa Agliana - che ormai tira solo a campare dopo oltre 3 anni di governo su 5 - in cui si è visto poco o niente. È una conferma importante che queste critiche vengano dai banchi della maggioranza durante il consiglio comunale. È ormai lampante che anche nello stesso centrodestra si stia prendendo atto del fallimento di questa amministrazione".

"Il consigliere Nerozzi, unico rappresentare in consiglio delle liste dell’ex Sindaco Mangoni, dopo alcuni passi già fatti verso la maggioranza, vota favorevole al bilancio. È - finalmente - la plastica dimostrazione di come quelle liste nacquero per fare da stampella alla destra! Furono decisive per la vittoria di Benesperi, drenando voti alla mia coalizione di centrosinistra, e ora diventa fondamentale per mantenere in piedi il Sindaco e la giunta nel caso in cui Agliana Civica decidesse di non votare altri atti importanti. Non c’è da stupirsi: già nella campagna elettorale del 2019 dicemmo che quel mondo giocava a favore della destra, non solo favorendola indirettamente. Spiace per tutti coloro, impegnati nelle liste ed elettori, che furono presi in giro credendo di votare qualcosa di veramente civico. Le dimissioni e la scomparsa dell’ex Sindaco ed il trasformismo di Nerozzi credo abbiano fatto riflettere molti su cosa successe nel 2019 e spero che sia evidente la differenza con chi invece c’è, resta e tiene veramente alla comunità di Agliana. Troppo facile impegnarsi solo quando si vince!"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter