Il tema caldo

Afghanistan, La Pietra (Fdi): “Di Maio dimostra sua inadeguatezza”

Secondo l’esponente di Fratelli d’Italia, stiamo assistendo a una spaventosa retromarcia sul piano dei diritti, delle libertà e dei principi democratici.

Afghanistan, La Pietra (Fdi): “Di Maio dimostra sua inadeguatezza”
Politica Pistoia, 21 Agosto 2021 ore 14:11

Afghanistan, La Pietra (Fdi): “Di Maio dimostra sua inadeguatezza”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa diffusa dal Sen. Patrizio La Pietra, esponente di Fratelli d’Italia.

"Il vero volto del governo italiano esce di nuovo allo scoperto ed è fatto di drammatica incapacità, di profonda ignoranza e di assoluta mancanza di lungimiranza.  Evidentemente ancora non è chiaro il significato del disimpegno americano in Afghanistan e quanto ciò influirà sulle politiche internazionali di tutto l'Occidente. 

Stiamo assistendo a una spaventosa retromarcia sul piano dei diritti, delle libertà e dei principi democratici. In ballo c'è la tenuta del mondo e sorprende che il ministro degli Esteri ritenga sufficiente occuparsene dalla spiaggia.

Probabilmente la sua impreparazione sui temi della politica estera non lo aiuta a percepire la gravità di quanto sta accadendo in questi giorni: l'azione dell'Amministrazione Biden, la disperazione di un popolo, le minacce fondamentaliste, i nostri diplomatici, come gli altri stranieri, in fuga". 

"Vergogna - prosegue - gli italiani del sudore e della fatica meritano altro.  Senza aggiungere, poi, l'incomprensibile atteggiamento dell'ex presidente del Consiglio Conte, che vorrebbe aprire un dialogo completo con i talebani, di fatto legittimandoli. Questi sono i 5Stelle, con la loro incompetenza mascherata da prosopopea e i loro alleati di sinistra, che passano le giornate a indignarsi di tutto e per tutto, ma dimenticando i 54 soldati italiani che sono morti nelle missioni in Afghanistan per difendere, loro sì, i diritti delle persone.

È un governo in confusione, che non si è reso conto di essere alla guida di un pezzo di Occidente e che deve fare in fretta a fare fronte comune per chiudere ogni pertugio al rischio del terrorismo internazionale. La politica non può ridursi al buonismo dell'accoglienza, non è così che si esaurisce il compito del governo. 

Bene i corridoi umanitari, bene l'aiuto alle famiglie, bene la solidarietà, ma servono anche, e soprattutto, serietà, fermezza, capacità, regole, visione d'insieme, dialogo internazionale e investimenti sulla difesa e sull'esercito. Insomma, sono ore di grande angoscia, di fortissima preoccupazione per l'evolversi della situazione in Afghanistan ma anche per l'inadeguatezza del governo italiano".