Il provvedimento

A Quarrata il sindaco propone di spostare la scadenza Tari di due mesi

E' la proposta lanciata dal sindaco Marco Mazzanti per dare fiato alle attività ed alle singole famiglie: se ne parlerà lunedì 16 marzo in consiglio comunale.

A Quarrata il sindaco propone di spostare la scadenza Tari di due mesi
Piana, 12 Marzo 2020 ore 12:39

In attesa del consiglio comunale, per ora confermato, che si terrà lunedì 16 marzo, il sindaco di Quarrata Marco Mazzanti annuncia le misure che intende portare al vaglio dell’assise. Per il momento confermati i 9 casi di coronavirus ed in totale in 19 sono in quarantena.

Quarrata, rinvio in vista per la scadenza Tari

Scadenza Tari rinviata al 30 maggio: è questa la proposta che il Sindaco Marco Mazzanti avanzerà al Consiglio Comunale nella prossima seduta di lunedì 16 marzo. Secondo il regolare calendario Tari previsto per il Comune di Quarrata, infatti, la scadenza della prima rata sarebbe fissata al 31 marzo, ma vista la situazione di particolare difficoltà, sia per le aziende che per le famiglie, legata all’emergenza Coronavirus Covid-19, l’Amministrazione ha deciso di proporre al Consiglio Comunale il rinvio della prima rata Tari dal 31 marzo al 30 maggio (le successive scadenze rimangono al 31 agosto e al 3 dicembre 2020).

Situazione contagio. Al momento, secondo le ultime comunicazioni ufficiali dell’ASL, a Quarrata ci sono 9 casi di Coronavirus, di cui 6 ricoverati al San Jacopo e 3 in isolamento domiciliare. Le persone sottoposte alla quarantena, oltre ai tre casi positivi al virus, sono ad oggi in tutto 19.

Ulteriori limitazioni. A seguito delle ulteriori misure restrittive varate dal governo, oltre alle già attivate limitazioni di accesso ai servizi comunali (precedenza al contatto telefonico e online e apertura solo di mattina per tutti gli uffici), alla sospensione dei mercati e alla chiusura dei fontanelli pubblici, è stata disposta anche la chiusura dei bagni pubblici nel centro della città.

LEGGI ANCHE: Dodici denunciati in provincia di Pistoia per non rispettare le norme “anti-contagio”

Controlli Polizia Municipale. In merito alle limitazioni disposte dal Governo su spostamenti e orari di apertura delle attività, la Polizia Municipale ha già iniziato a fare i relativi controlli: nella giornata di ieri, mercoledì 11 marzo, sono stati eseguiti 22 controlli a singole persone in relazione agli spostamenti e sono state acquisite le relative auto-dichiarazioni. Sono stati sottoposti a controllo anche 8 esercizi pubblici relativamente agli orari di apertura e al rispetto delle altre misure di sicurezza. Tutti i controlli hanno dato esito positivo, tant’è che non è stata emessa alcuna sanzione. Anche nella mattinata di oggi, giovedì 12 marzo, la Polizia Municipale ha proseguito i controlli su attività e persone e, al momento, hanno mostrato tutti un’ampia adesione della cittadinanza al rispetto delle regole indicate dal Governo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità