Misura importante

A Pescia il pagamento della prima rata Tari è posticipato al 30 novembre 2020

Ancora agevolazioni per i pesciatini in arrivo dal Comune: la scadenza della prima rata della Tari è stata spostata al 30 novembre 2020, le successive nel 2021.

A Pescia il pagamento della prima rata Tari è posticipato al 30 novembre 2020
Valdinievole, 14 Ottobre 2020 ore 10:54

Ancora una decisione che tende la mano alle finanze dei pesciatini in questo momento così complesso: la prima rata Tari del 2020 va pagata entro il 30 novembre mentre la seconda slitta a fine gennaio 2021 e la terza a fine marzo.

Tariffe Tari, slitta ancora il pagamento della prima rata a Pescia

Questo il comunicato stampa diffuso dall’amministrazione comunale di Pescia.

Dopo avere stabilito che, sostanzialmente, le tasse a Pescia, nonostante la difficilissima situazione finanziaria di tutti gli enti locali italiani, non aumentano e anzi ci sono ulteriori agevolazioni e sgravi, la giunta comunale ha approvato ufficialmente il rinvio del pagamento della prima rata della Tari al 30 novembre 2020.

Per la tassa sui rifiuti, sono confermate le tariffe del 2019, in attesa che l’autorità d’ambito territoriale per i rifiuti determini il piano economico finanziario 2020. In ogni caso l’amministrazione comunale ha previsto una serie di riduzioni per determinate categorie di utenze non domestiche a seguito delle sospensioni operate con i vari decreti ministeriali a causa del covid-19.

Tutto questo significa che rimangono e sono confermate le agevolazioni previste dal regolamento Tari vigente e che erano state adottate nello scorso mese di dicembre, fissando la prima rata Tari al 30 novembre, la seconda al 31 gennaio 2021 e la terza al 31 marzo 2021.

“Come abbiamo già detto – sostiene Oreste Giurlani, sindaco di Pescia- le tasse rimangono del tutto inalterate, mentre sono confermate le agevolazioni per Imu e Tari, in un contesto di continuo consolidamento dei conti comunali, di miglioramento dell’offerta dei servizi e con una massiccia dose di investimenti a tutti i livelli amministrativi, senza contare la grande serie di aiuti che abbiamo effettuato in questi mesi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità