Menu
Cerca
Grandi opere

Tutti i dettagli degli investimenti di Asl Toscana Centro nel prossimo biennio

Dopo la conferenza stampa dei giorni scorsi, Asl Toscana Centro ha comunicato i dettagli di tutti gli interventi ed investimenti per il prossimo biennio.

Tutti i dettagli degli investimenti di Asl Toscana Centro nel prossimo biennio
Glocal news 05 Febbraio 2021 ore 18:50

E’ stato presentato nei giorni scorsi il piano finanziario per nuovi investimenti in opere pubbliche relativo ad interventi di riqualificazione edilizia, potenziamento o ampliamento di presidi ospedalieri o strutture sanitarie territoriali. Si tratta, come già annunciato, di un investimento di 170 milioni destinato all’Ausl Toscana Centro per il biennio 2021/2022 per la realizzazione di grande opere pubbliche dislocate nelle 8 società della salute (zona Firenze Centro, Sud-Est, Nord-Ovest, Mugello, zona Empolese Valdelsa e Valdarno inferiore, zona Pratese, zona Pistoiese e della Valdinievole). Se a questo si aggiungono gli interventi già finanziati e che vedranno l’avvio delle relative procedure di appalto o la conclusione delle fasi esecutive nello stesso periodo, si raggiunge una cifra complessiva di circa 216 milioni.

Asl Toscana Centro, tutti gli interventi pubblici nel biennio 2021/22

“E’ un importante piano di investimenti pubblici in sanità che rappresenta un contributo essenziale finalizzato a riqualificare e riorganizzare il patrimonio strutturale e tecnologico dell’Ausl Toscana Centro. Ciò contribuisce a garantire servizi sempre più efficienti in tutti i territori, oltre a rispondere ai bisogni di salute dei nostri cittadini- afferma il Presidente Giani.

Circa 111,3 milioni del piano finanziario sono destinati per l’intera area fiorentina, di cui, 40 milioni e 900 mila euro la Società della Salute Firenze Nord Ovest, 31,6 milioni per la zona del Mugello, 20 milioni e 100 mila euro per la SdsFirenze Sud-Est ed infine 18,5 milioni riguarda la società della salute Firenze Centro. 51milioni il totale destinato all’empolese valdelsa, circa 32 milioni e 200 mila euro per area Pratese, 11 milioni e 700 mila euro per l’area Pistoiese, circa 3 milioni e 300 mila per la Valdinievole.

 

“Per completezza e nel rispetto dei rapporti istituzionali tra l’Azienda e le Amministrazioni comunali, sono riportati nel dettaglio anche lavori finanziati precedentemente e in fase avanzata di progettazione/realizzazione. Pertanto, oltre ai nuovi finanziamenti oggetto della conferenza stampa del Presidente Giani, il volume economico complessivo aumenta, passando da 170 a circa 216 milioni. Inoltre per quanto riguarda i nuovi finanziamenti pari a 170 milioni, l’Asl si impegna ad effettuare la chiusura delle gare d’appalto e l’aggiudicazione per l’avvio dei cantieri nell’anno in corso o al massimo il primo trimestre 2022- sottolinea il Direttore generale Paolo Morello.”

Nel dettaglio i principali interventi territoriali.

SDS Firenze Centro

L’investimento più grande di 7 milioni e 700 mila euro riguarda la realizzazione del nuovo distretto Montedomini. 2 milioni e 600 mila euro per la ristrutturazione degli spazi rimasti da restaurare, con avvio dalle degenze di chirurgia nei locali delle ex sale operatorie dell’Ospedale Santa Maria Nuova. Per lo stesso presidio sono destinati: circa 548 mila euro per il completamento del servizio psichiatrico di diagnosi e cura, 500 mila euro per interventi di manutenzione dei locali di interesse storico – artistico, circa 375 mila euro per il potenziamento Terapia intensiva e Sub-intensiva, mentre circa 222 mila euro per il potenziamento e la riorganizzazione del Pronto Soccorso, 80 mila euro per l’adeguamento antincendio locali. 620 mila euro è invece la quota destinata per la realizzazione di nuove sale per la chirurgia ambulatoriale del Presidio Palagi e 203 mila euro per la ristrutturazione del reparto di degenza della chirurgia ambulatoriale dello stesso presidio ospedaliero.

1 milione e 340 mila euro sono invece i fondi destinati agli interventi di ristrutturazione delle facciate e delle coperture della sede di Borgognissanti, 1 milione per la riqualificazione del Serd Santa Rosa con accorpamento di quella di piazza del Carmine, 950 mila euro per ICAM (per la detenzione con custodia attenuata per donne con figli fino a 3 anni). E ancora: 850 mila euro per la riabilitazione dei midollolesi a Villa Il Sorriso, 700 mila euro per l’adeguamento antincendio e le verifiche di vulnerabilità sismica della Casa della salute Morgagni. 300 mila sono destinate alla realizzazione del nuovo Consultorio Firenze Centro presso l’Istituto Innocenti. Infine 500 mila saranno utilizzati per gli ambulatori di salute mentale ed ambulatori di libera professione in via Giovine Italia

SDS Firenze Nord Ovest

I maggiori finanziamenti riguardano le opere di riqualificazione del presidio Ospedaliero San Giovanni di Dio: circa 27 milioni euro riguardano il progetto del nuovo DEA, 2 milioni e 800 mila euro sono destinati invece per il nuovo centro trasfusionale di rilevanza di area vasta dello stesso presidio ospedaliero, 1 milione e 800 mila per il Progetto di ristrutturazione di porzione del blocco operatorio in cui sarà realizzata una Sala Ibrida multidisciplinare, 1 milione per la ristrutturazione locali per la realizzazione di studi medici per la chirurgia, 800 mila euro riguardano la ristrutturazione del reparto di radiodiagnostica per collocare la radiologia interventistica, circa 725 mila euro per il potenziamento Terapia intensiva e Sub-intensiva, circa 222 mila riguardano il potenziamento Pronto Soccorso Ospedale Nuovo San Giovanni di Dio.

5 milioni e 500 mila euro sono destinati alla realizzazione della nuova sede distrettuale di Sesto fiorentino. Infine 1 milione è destinato alla riqualificazione dell’Area distretto di Via Gramsci (cosiddetta scatola nera) e per il suo efficientamento energetico.

SDS Firenze Sud Est

I maggiori interventi riguardano l’Ospedale di Santa Maria Annunziata: 5 milioni e 352 mila euro per il potenziamento della terapia intensiva e Sub-intensiva, 4 milioni per il progetto Nuovo DEA (già in corso), 1 milione e 800 mila per l’acceleratore lineare, 1 milione per il restauro delle facciate del presidio ospedaliero, 1 milione per la realizzazione della sala Convegni presso Nuova palazzina di ingresso, circa 300 mila euro per il potenziamento del Pronto Soccorso, 200 mila per l’allestimento spazi per la TAC destinata ai Centraggi per Radioterapia, 250 mila per le verifiche di vulnerabilità sismica, infine 100 mila per il completamento intervento nel reparto dialisi. 1 milione per l’adeguamento antincendio dell’OSMA.

284 mila sono i finanziamenti destinati al potenziamento dell’attuale pronto soccorso per il presidio ospedaliero Serristori, 80 mila sono invece destinati al progetto per la realizzazione dei locali Cup all’interno della farmacia ospedaliera, 350 mila per nuova cabina elettrica. Infine 1 milione e 270 mila euro sono destinati alla ristrutturazione ed ampliamento del Poliambulatorio dell’Impruneta.

SDS Mugello

L’investimento maggiore riguarda il progetto di adeguamento sismico e di riqualificazione dell’Ospedale del Mugello a cui sono destinati complessivamente circa 36 milioni. Il progetto definitivo sarà pronto entro maggio di quest’anno con approvazione e autorizzazioni in Conferenza dei servizi, pertanto sarà redatto l’esecutivo entro il mese di agosto. La gara di appalto ed avvio lavori è prevista per i primi mesi del 2022. Nel frattempo saranno avviati i lavori della centrale tecnologica ed altri lavori propedeutici che inizieranno in autunno di quest’anno. Saranno inoltre avviati i lavori di manutenzione (bagni ed istallazione impianto di condizionamento) per il reparto di ostetricia che saranno pronti in estate. Entro la prossima primavera sono previsti anche i lavori al pronto soccorso per l’incremento del numero di posti letto di osservazione. Circa 191 mila euro sono invece i fondi destinati per il potenziamento della terapia intensiva e sub intensiva dello stesso presidioe circa 135 mila per il potenziamento del pronto soccorso. Circa 1 milione e 200 mila euroriguarda la realizzazione del nuovo distretto di Dicomano. Circa 100 mila euro per la progettazione esecutiva del nuovo distretto di Marradi

SDS empolese Valdelsa e Valdarno inferiore

L’investimento più grande, oltre 30 milioni di euro, riguarda la ristrutturazione del blocco H dell’ospedale San Giuseppe a Empoli. Sempre restando al presidio empolese, circa 3 milioni e 8 mila euro sono destinati al potenziamento delle terapie intensive e sub-intensive mentre quasi 2 milioni di euro verranno spesi per l’ampliamento, il potenziamento e la riorganizzazione del Pronto Soccorso. Uno degli interventi più importanti riguarda poi la ristrutturazione e l’ampliamento dell’ospedale di Castelfiorentino nel quale saranno investiti oltre 8 milioni di euro. Infine circa 3 milioni 700 mila euro saranno utilizzati per la realizzazione della nuova Casa della Salute di Ponte a Egola, nel comune di San Miniato.Realizzazione Casa della Salute di Montespertoli per oltre 4 milioni di cui 1,7 a carico della ASL ed il resto del Comune. Ultimazione lavori Casa Salute di Certaldo per quasi 500 mila su un intervento complessivo di 4 milioni e 700 mila.

SDS Pratese

Il piu’ grande investimento, circa 20 milioni di euro, riguarda la realizzazione della nuova palazzina dell’Ospedale Santo Stefano, mentre circa 3 milioni al potenziamento della terapia intensiva e sub intensiva dello stesso presidio. Restando al presidio ospedaliero 3 milioni e 100 mila euro sono invece destinati alla PET e altra strumentazione tecnologica, 300 mila al progetto del pronto soccorso pediatrico e circa 222 mila euro al potenziamento del pronto soccorso. Infine 150 mila euro sono destinati ai lavori per l’acquisizione della terza TAC. Per quanto riguarda il territorio, 4 milioni, riguardano la realizzazione della Casa della Salute di San Paolo, mentre 750 mia euro saranno utilizzati per l’ampliamento della Casa della Salute di Poggio a Caiano.

SDS Pistoiese

6 milioni e 150 mila euro saranno destinati alla realizzazione dell’Area de “Il Ceppo”, mentre circa 5 milioni riguardano il potenziamentodella terapia intensiva e sub intensiva dell’Ospedale San Jacopo e 222 mila euro per il potenziamento del pronto soccorso. Per la riqualificazione dell’ex edifico destinato al servizio psichiatrico sono destinati 510 mila euro. Infine 165 mila euro saranno utilizzati per l’adeguamento della sala endoscopica e chirurgica del PIOT di San Marcello. Per quanto riguarda il territorio 500 mila euro sono destinati per i lavori di manutenzione degli edifici di viale Petrocchi a Pistoia, la cui progettazione partirà quest’anno, mentre 300 mila euro saranno utilizzate per la Casa della salute di Montale.

SDS Valdinievole

Il maggior investimento, 1 milione e 350 mila euro, è destinato ai lavori di adeguamento dell’Ospedale SS Cosma e Damiano di Pescia, circa 750 mila euro riguardano il potenziamento della terapia intensiva e sub intensiva, 700 mila per la risonanza magnetica e circa 159 mila euro per il potenziamento del pronto soccorso. Per quanto riguarda il territorio 450 mila saranno utilizzati per l’avvio dei lavori di progettazione per la bonifica del distretto di Montecatini Terme. Circa 400 mila euro sono destinati alla realizzazione della Casa della Salute di Ponte Buggianese, mentre 250 mila per la sistemazione dell’edificio di Via Garibaldi a Pescia.

Condividi