Menu
Cerca
Tutte le info

Bandiere blu 2021, ecco le spiagge più belle d'Italia

Scopri nel dettaglio dove si trovano.

Bandiere blu 2021, ecco le spiagge più belle d'Italia
Glocal news 10 Maggio 2021 ore 16:21

Liberi. Mai come in questo periodo, la parola libertà risuona con una potenza rinnovata, come se fosse, davvero, un valore conquistato. Dopo le limitazioni (e le privazioni) dettate dalle politiche di gestione della pandemia Covid, infatti, si torna gradualmente a sognare, a immaginare la libertà. E questo sentimento, necessariamente, si lega all'arrivo della stagione estiva, ai bagni al mare (o al lago), alle vacanze, insomma. La notizia dell'assegnazione delle bandiere blu (che sanciscono le migliori località balneari), dunque, arriva proprio al momento giusto: ecco dove gli italiani potranno scegliere di dirigersi per godersi l'acqua più cristallina...

Bandiere blu Italia 2021

416 spiagge italiane, 9 in più rispetto al 2020, giusto per confermare come il nostro Paese resti uno dei più desiderabili del nostro angolo di pianeta. E' quanto emerge dall'annuale report condotto dalla Foundation for environmental education, che ha assegnato le consuete Bandiere blu a ben 201 località rivierasche e 81 approdi turistici (pari al 10 per cento delle spiagge premiate a livello mondiale).

Sono 32 i criteri di sostenibilità analizzati, dalla qualità dell'acqua alla raccolta differenziata, per un totale di 201 comuni, sei in più rispetto all'edizione 2020, con 15 nuovi ingressi e nove Comuni, invece, non confermati.

La Liguria conferma 32 località, seguita dalla Campania con 19 bandiere blu, terzo gradino del podio per la Toscana che scende però a 17 riconoscimenti. Vola la Puglia con 17 bandiere e le Marche salgono a 16 con un nuovo ingresso. Bene anche la Calabria che si piazza subito dietro con le sue 15 bandiere, seguita a ruota dalla Sardegna ferma a 14. L'Abruzzo sale con i suoi tre nuovi ingressi e ottiene 13 bandiere, mentre il Lazio si porta a casa 11 riconoscimenti.

Invariati i risultati del Trentino (10), numero identico alla Sicilia. Nove le bandiere associate al Veneto nelle province di Venezia e Rovigo. Sette, invece, quelle per l'Emilia Romagna. La Basilicata punta alla riconferma delle sue 5 località, mentre cala il Piemonte che si ferma a due, mentre il Friuli conferma le sue due ottenute già l'anno scorso. Il Molise resta fermo a una sola bandiera, così come la Lombardia.

Un tuffo dove l'acqua è più blu...

La FEE, Foundation for Environmental Education (Fondazione per l'Educazione Ambientale) fondata nel 1981, è un'organizzazione internazionale non governativa e non-profit con sede in Danimarca.

La FEE agisce a livello mondiale attraverso le proprie organizzazioni ed è presente in più di 77 paesi nel mondo (in Europa, Nord e Sud America, Africa, Asia e Oceania).

L'obiettivo principale dei programmi FEE è la diffusione delle buone pratiche ambientali, attraverso molteplici attività di educazione, formazione e informazione per la sostenibilità.

I programmi internazionali FEE hanno il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nel campo dell’educazione ambientale e dell’educazione allo sviluppo sostenibile.

La FEE Italia Onlus, costituita nel 1987, gestisce a livello nazionale i programmi: Bandiera Blu, Eco-Schools, Young Reporter for the Environment, Learning about Forests e Green Key.

Ecco le spiagge più belle d'Italia

Piemonte. In provincia di Verbano-Cusio-Ossola: Cannero Riviera. In provincia di Novara: Gozzano.

Lombardia. In provincia di Brescia: Gardone Riviera.

Trentino Alto Adige. In provincia di Trento: Bedollo, Baselga di Pinè, Pergine Valsugana, Tenna, Calceranica al Lago, Caldonazzo, Lavarone, Levico Terme, Sella Giudicarie, Bondone.

Liguria. In provincia di Imperia: Bordighera, Sanremo, Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano al Mare, San Lorenzo al Mare, Imperia, Diano Marina. Provincia di Savona: Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Loano, Pietra Ligure, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze. In provincia di Genova: Camogli, Santa Margherita Ligure, Chiavari, Lavagna, Sestri Levante, Moneglia. In provincia di La Spezia: Framura, Bonassola, Levanto, Lerici, Ameglia.

Toscana. In provincia di Massa Carrara: le stesse Carrara e Massa. In provincia di Lucca: Forte dei Marmi, Camaiore, Viareggio. In provincia di Pisa, la stessa Pisa. In provincia di Livorno: la stessa Livorno, quindi Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino, Marciana Marina. In provincia di Grosseto: Follonica, Castiglione della Pescaia, la stessa Grosseto.

Friuli Venezia Giulia. In provincia di Gorizia: Grado. In provincia di Udine: Lignano Sabbiadoro.

Veneto. In provincia di Venezia: San Michele al Tagliamento, Caorle, Eraclea, Jesolo, Cavallino Treporti, la stessa Venezia, Chioggia. In provincia di Rovigo: Rosolina, Porto Tolle.

Emilia Romagna. In provincia di Ferrara: Comacchio. In provincia di Ravenna: la stessa Ravenna e Cervia. In provincia di Forli' Cesena: Cesenatico. In provincia di Rimini: Bellaria Igea Marina, Misano Adriatico, Cattolica.

Marche. In provincia di Pesaro Urbino: Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo. In provincia di Ancona: Senigallia, la stessa Ancona, Sirolo, Numana. In provinvcia di Macerata: Potenza Picena, Civitanova Marche. In provincia di Fermo: la stessa Fermo, Altidona, Pedaso. In provincia di Ascoli Piceno: Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto.

Abruzzo. In provincia di Teramo: Martinsicuro, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi. In provincia di Pescara: la stessa Pescara. In provincia di Chieti: Francavilla al Mare, Fossacesia, Vasto, San Salvo. In provincia de L'Aquila: Villalago, Scanno.

Molise. In provincia di Campobasso: Campomarino.

Lazio. In provincia di Roma: Trevignano Romano, Anzio. In provincia di Latina: la stessa Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina, Fondi, Sperlonga, Gaeta, Minturno, Ventotene.

Campania. In provincia di Napoli: Vico Equense, Piano di Sorrento, Sorrento, Massa Lubrense, Anacapri. In provincia di Salerno: Positano, Capaccio, Agropoli, Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica,Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola, Camerota, Vibonati, Sapri.

Basilicata. In provincia di Potenza: Maratea. In provincia di Matera: Bernalda, Pisticci, Policoro, Nova Siri.

Puglia. In provincia di Foggia: Isole Tremiti, Peschici, Zapponeta. In provincia di Barletta-Andria-Trani: Margherita di Savoia, Bisceglie. In provincia di Bari: Polignano a Mare, Monopoli. In provincia di Brindisi: Fasano, Ostuni, Carovigno. In provincia di Taranto: Castellaneta, Maruggio, Ginosa. In provincia di Lecce: Melendugno, Otranto, Salve, Nardò.

Calabria. In provincia di Cosenza: Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Santa Maria del Cedro, Diamante, Roseto Capo Spulico, Trebisacce, Villapiana. In provincia di Crotone: Cirò Marina, Melissa. In provincia di Catanzaro: Sellia Marina, Soverato. In provincia di Vibo Valentia: Tropea. In provincia di Reggio Calabria: Roccella Jonica, Siderno.

Sicilia. In provincia di Messina: Alì Terme, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Lipari, Tusa. In provincia di Agrigento: Menfi. In provincia di Ragusa: Modica, Ispica, Pozzallo, la stessa Ragusa.

Sardegna. In provincia di Sassari: Badesi, Castelsardo, Sorso, la stessa Sassari, Santa Teresa Gallura, Aglientu, Trinità d'Agultu e Vignola, La Maddalena, Palau. In provincia di Oristano: la stessa Oristano. In provincia di Nuoro: Tortolì, Bari Sardo. In prvincia di Cagliari: Quartu Sant'Elena. Sud Sardegna: Sant'Antioco.