Economia
le proposte future

Turismo a Montecatini, le tre associazioni di albergatori all'unisono: "Dare importanza alla nomina dell'Unesco"

Le tre associazioni di categoria degli albergatori hanno avuto un confronto con l'amministrazione comunale di Montecatini Terme: ecco cosa ne è uscito fuori per le prospettive future.

Turismo a Montecatini, le tre associazioni di albergatori all'unisono: "Dare importanza alla nomina dell'Unesco"
Economia Valdinievole, 12 Marzo 2022 ore 16:06

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso in maniera congiunta da Apam, Assohotel e Confindustria sezione Turismo sulla situazione attuale che vede protagonista le Terme di Montecatini, suo malgrado.

Turismo a Montecatini, a scrivere sono le associazioni di categoria degli albergatori

Parcheggi per i bus turistici, impianti sportivi, progetto Unesco e terme. Sono gli argomenti discussi in un incontro che si è tenuto in municipio nei giorni scorsi e che ha visto confrontarsi da una parte l’amministrazione comunale al completo e dall’altra le tre associazioni degli albergatori (Federalberghi Apam, Assohotel Confesercenti, Confindustria sezione turismo).

Per ciò che riguarda il primo aspetto, sindaco e giunta hanno ribadito l’intenzione di riqualificare l’area  attualmente destinata all’accoglienza dei bus turistici, ovvero quella adiacente allo stadio comunale,  dotandola di servizi (allacci luce e acqua, potenziamento dell’illuminazione pubblica, videosorveglianza,  recinzione con carrello carrabile), sebbene permanga il problema della presenza del mercato settimanale  del giovedì (che costringerà i pullman a spostarsi nel parcheggio dell’ippodromo Sesana, con rinnovo  della convenzione con la società proprietaria dell’area) e non sia prevista la realizzazione di servizi  igienici. Le tre associazioni ritengono comunque che, con questo primo passo, l’amministrazione dimostri  concretamente la volontà di intervenire in favore di questo importante segmento turistico  cittadino.

Sugli impianti sportivi ci è stato comunicato che, attraverso specifiche risorse del Pnrr, saranno avviati  interventi allo stadio e al Palaterme. In particolare quest’ultimo, potenzialmente in grado di ospitare  grandi eventi sportivi con finalità turistiche, dovrebbe essere riportato, attraverso opportuni interventi, a  una capienza sufficientemente ampia. E si è parlato anche della cronica assenza di un impianto di  condizionamento, in grado di far utilizzare la struttura anche durante i mesi più caldi. La nota dolente,  qui, sono i tempi di realizzazione: l’amministrazione comunale, infatti, ha parlato di lavori da concludersi  entro il 2024. Plaudiamo quindi all’obiettivo di riqualificare e adeguare i due impianti, ma al momento  questi lavori non agevoleranno l’arrivo di presenze turistiche, perché le tempistiche per gli adeguamenti  sono lunghe.

Abbiamo positivamente registrato anche l’impegno da parte dell’amministrazione a dare indicazioni  affinché, per l’utilizzo degli impianti, sia data priorità a eventi sportivi con finalità turistiche. Le  associazioni degli albergatori hanno poi sollecitato una maggiore attenzione nei confronti del valore del  riconoscimento Unesco, non ancora adeguatamente sfruttato e che dovrebbe invece essere “speso” fin da  subito con la creazione di un “percorso” capace di valorizzare questo riconoscimento con la creazione di  un prodotto turistico. L’amministrazione comunale ha confermato la volontà di lavorare su questi  obiettivi partecipando anche al bando ministeriale (che ha stanziato 75 milioni di euro per le località  italiane patrimonio dell’umanità).

Abbiamo comunque rappresentato che a oggi non esiste ancora materiale cartaceo o multimediale che possa essere utilizzato dagli operatori ai fini di una promozione specifica. Sul tema della consulta del  turismo invece le associazioni hanno rappresentato alla giunta il malessere legato alla mancata  convocazione per oltre 8 mesi e conseguentemente all’assenza prolungata di questo metodo di  concertazione voluto dalla stessa amministrazione. Se la giunta continua a credere in questo “tavolo di  confronto” ribadiamo la necessità di una sua maggiore attivazione, coinvolgendo in questo modo le  associazioni sui temi che riguardano il turismo e sugli eventi che possono portare flussi in città. Infine  sulle Terme il sindaco, nel ribadire l’esistenza di manifestazioni d’interesse per la società da parte di  soggetti privati, ha rinviato la discussione a un successivo incontro per dedicare un maggiore  approfondimento nei confronti di questo tema così decisivo per il futuro della nostra città.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter