Economia
dopo lo sciopero

Sicurezza sui trasporti, Capecchi (Fdi): "Maggior videosorveglianza e presenza di agenti della Polfer"

Nel giorno dello sciopero dei lavoratori del trasporto pubblico per continui episodi di aggressioni e violenze, l'intervento del consigliere regionale di Fdi Alessandro Capecchi con le sue richieste a Governo e Regione.

Sicurezza sui trasporti, Capecchi (Fdi): "Maggior videosorveglianza e presenza di agenti della Polfer"
Economia Pistoia, 09 Settembre 2022 ore 16:48

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Alessandro Capecchi, in merito alla sicurezza da inseguire sui mezzi di trasporto pubblico locale, sempre più a rischio e con episodi di violenza che vanno tenuti sotto controllo.

Sicurezza trasporti, il monito di Alessandro Capecchi (Fdi)

Le aggressioni, nei confronti del personale a bordo, si ripetono con frequenza allarmante. I casi più numerosi si verificano sui treni regionali per mascherine non indossate, per biglietti non pagati, per il mancato rispetto di regole di civiltà: a rimetterci non sono soltanto i lavoratori di Trenitalia e Rfi, a rischio anche l’incolumità dei passeggeri. Governo e Regione devono garantire la sicurezza sui convogli, quindi maggiore videosorveglianza e presenza di agenti della Polfer” chiede il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Capecchi, vicepresidente della Commissione Trasporti.

“Per riuscire a farsi ascoltare da aziende, istituzioni e Prefettura i lavoratori sono stati costretti a scioperare così da richiamare l’attenzione su episodi che stanno diventando un vero e proprio fenomeno. La salute e la sicurezza sul lavoro deve essere una priorità che deve valere per tutti. Aggressioni, verbali e fisiche, sui convogli ma anche ai varchi delle stazioni, fatti che non possono essere in alcun modo lasciati passare sotto traccia. Ultimo episodio in ordine cronologico quello relativo ad una lavoratrice aggredita con un pugno al volto ad un varco della stazione a Firenze insieme a lei un collega che ha tentato di difenderla, massima allerta su questo problema. Occorre un piano straordinario in tutti i territori, soprattutto in quelli dove c’è più carenza di personale ferroviario e della Polfer, che coinvolga le aziende del trasporto ferroviario, lavoratori e forze dell’ordine”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter