Economia
NOVITA'

Sicurezza, Confcommercio: “A Montecatini serve tutelare chi fa impresa” 

L’Associazione interviene dopo il moltiplicarsi degli episodi di degrado e microcriminalità 

Sicurezza, Confcommercio: “A Montecatini serve tutelare chi fa impresa” 
Economia Valdinievole, 30 Giugno 2022 ore 11:08

“A Montecatini assistiamo ad una diffusa carenza di sicurezza percepita che si trascina da anni e che
adesso, complice la concomitanza di fenomeni di origine diversa, rischia di aggravarsi. È necessario un
intervento deciso da parte delle istituzioni, specie per tutelare chi fa impresa”. Lo afferma oggi con una
nota Confcommercio Pistoia e Prato, rivelando la propria preoccupazione per la situazione in corso nella
città termale.

La protesta

“Quello che si intravede – prosegue l’Associazione – è un lento ma continuo  processo di degenerazione, in
costante incremento in alcune porzioni della città. Il livello di sicurezza percepita si abbassa ogni giorno a
causa di un mix di fattori complessi da governare e gli ultimi episodi devono indurre una riflessione
profonda. Dobbiamo, in particolare, proteggere i pilastri su cui si fonda il territorio: le imprese che
producono occupazione, specialmente nel settore turistico, non possono essere vittima di questo scenario.
Ecco perché chiediamo a tutte le istituzioni  competenti di intervenire in tempi rapidi per ripristinare
un’atmosfera di serenità nelle zone più travagliate”.

Testimonianza tangibili arrivano, del resto, da chi vive queste situazioni ogni giorno: “La nostra attività –
ricordano Jacopo e Simone Bartolini, del negozio di calzature omonimo – è bersagliata quotidianamente.
Ogni mattina troviamo la vetrina crepata, bicchieri e bottiglie rotte e altre situazioni spiacevoli. Una
sensazione di degrado, in una zona centrale, non più tollerabile”.

Per Moreno Degli Esposti, vicepresidente Fipe provinciale e gestore di Cibus, “a Montecatini
abbiamo anche un problema di decoro e di omessa manutenzione. Strade e piazze non vengono pulite
adeguatamente, i marciapiede non sono stati mai sistemati e sarebbero necessari maggiori controlli da
parte delle forze dell’ordine”.  Nicola Pieri, presidente della delegazione Confcommercio Montecatini e
titolare della tabaccheria Pieri, insiste sui controlli: “riconosciamo l’impegno delle forze dell’ordine ma per
questa situazione chiediamo risposte certe e rapide da parte delle istituzioni, perché  non è possibile
continuare così”.

L’occasione fornita dai fondi del PNRR, sullo sfondo ma non troppo, potrebbe tuttavia costituire la base per
un rilancio: “Un territorio scarsamente presidiato – conclude Confcommercio – sia dai cittadini che dalle
forze dell’ordine, è difficile da governare. Adesso si presenta una concreta possibilità di riqualificazione, da
cogliere con decisione”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter