Economia
NOVITA'

Quarrata, più imprese in città grazie agli affitti bassi

Dopo qualche anno di stasi, ha di recente fatto registrare un incremento notevole: le esportazioni sono cresciuti dell’11%, grazie in particolare al buon andamento delle vendite verso il Regno Unito, più che raddoppiate anche rispetto al primo trimestre 2019.

Quarrata, più imprese in città grazie agli affitti bassi
Economia Piana, 26 Settembre 2021 ore 10:00

La Camera di Commercio di Prato e Pistoia non ha dubbi, stando almeno ai dati del primo semestre del 2021: Quarrata, con un tasso di natalità delle imprese del 3,8%, è fra i Comuni della provincia che stanno “trainando” la ripresa. Merito certamente del settore quarratino per eccellenza, quel mobile croce e delizia del territorio.

L'incremento

Dopo qualche anno di stasi, ha di recente fatto registrare un incremento notevole: le esportazioni sono cresciuti dell’11%, grazie in particolare al buon andamento delle vendite verso il Regno Unito, più che raddoppiate anche rispetto al primo trimestre 2019. Ma è difficile pensare che alla base della comparsa di nuove attività non ci sia anche il vero e proprio crollo delle valutazioni dei locali commerciali, che secondo l’Osservatorio Immobiliare hanno mediamente perso nell’ultimo trimestre quasi il 10% della loro precedente valutazione.

È la curiosità legata a questo specifico segmento del settore immobiliare. E basta dare un’occhiata ai dati per averne conferma: in media, la richiesta attuale si è attestata sui 1050 euro al metro quadrato per l’acquisto e 7,3 euro al metro quadro per l’affitto. Un imprenditore intenzionato ad aprire un negozio o una fabbrica a Quarrata si troverebbe quindi a sborsare il 9,82% in meno rispetto a quanto avrebbe pagato solamente lo scorso giugno. E si tratta di un vero e proprio “unicuum”, visto che secondo l’Osservatorio in nessun’altra realtà della Piana si è verificato un decremento tanto marcato.

Alla luce di tutto ciò, stupisce quindi meno il fatto che in base all’ultimo report il comparto quarratino presenti 3057 aziende registrate (contro le 3034 dell’ultima rilevazione) e 2634 attive.

Sono 116 i nuovi imprenditori che hanno aperto la rispettive ditte sul suolo quarratino dallo scorso gennaio ad oggi, diversi dei quali provenienti dai comuni limitrofi (specie dall’ambito pratese) e attratti dalle migliori condizioni di partenza per affitti e acquisti di spazi in cui installare il proprio esercizio. Il tutto ha portato ad un “segno” più dell’1% alla voce “numero complessivo delle aziende”. E il quadro immobiliare attuale sembra piuttosto chiaro, numeri alla mano: nonostante le incertezze ereditate dall’evolversi della pandemia, è il momento giusto per chi ha intenzione di mettersi in affari a Quarrata.