L'allarme

Ordine dei farmacisti pistoiese all’attacco: “Gli enti non ci hanno dato supporti e dispositivi”

Ordine dei Farmacisti di Pistoia sul piede di guerra perché si sentono "lasciati soli" in questa battaglia contro il Covid-19. "Abbiamo sopperito in autonomia alle mancanze ma stiamo facendo un grande sforzo".

Ordine dei farmacisti pistoiese all’attacco: “Gli enti non ci hanno dato supporti e dispositivi”
Pistoia, 25 Marzo 2020 ore 10:35

Una settimana fa, martedì 17 marzo per l‘esattezza, l’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Pistoia aveva acquistato una prima fornitura da 500 mascherine chirurgiche: vista l’emergenza sanitaria prolungata e anzi accentuata, in questi giorni è arrivata anche una seconda fornitura di altre 500 mascherine, sempre acquistate dall’Ordine.

Ordine Farmacisti pistoiesi sulle barricate

“L’Ordine si è dovuto attivare autonomamente, per acquistare con fondi propri queste mascherine chirurgiche – è il commento del Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Pistoia, dottor Andrea Giacomelli – di cui la Regione Toscana ha promosso la produzione, e di cui siamo venuti a conoscenza grazie al consigliere regionale Marco Niccolai. Ci siamo dovuti muovere purtroppo autonomamente perché gli enti preposti non ci hanno fornito alcun supporto o dispositivo per la protezione di tutti i  farmacisti che, quotidianamente, assicurano la propria professionalità, dedizione e competenza alla cittadinanza, ancora più necessaria in questo momento come presidio sanitario e come professione di primaria necessità in base al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri”.

Con il ridotto accesso agli studi medici ed alle strutture sanitarie, il farmacista è rimasto infatti l’avamposto sanitario più prossimo ed accessibile, cui si rivolgono cittadini sani e malati: la farmacia è diventata anche il luogo dove chiedere molti consigli.

LEGGI ANCHE: Far.Com. potenzia la propria consegna a domicilio in provincia

“Siamo esposti a contatti numerosissimi e quindi il rischio personale di contagio è elevato. Nonostante questo, ci siamo dovuti attrezzare autonomamente per cercare di tutelare non solo la nostra salute, ma anche quella delle cittadinanza: se il personale di una farmacia, magari rurale, dovesse ammalarsi, si dovrebbe chiudere la farmacia, con gravi conseguenze per la popolazione – prosegue l’intervento il presidente Giacomelli – Con le ultime novità introdotte, è il caso della ricetta spedita direttamente dal medico via messaggio al paziente, “Nre via SMS”, avviato dalla Regione, ci è stato chiesto di provvedere direttamente noi alla stampa della ricetta dematerializzata, i cui codici il medico invia sul cellulare del paziente. Lo stiamo facendo per spirito di servizio, ma anche questo aumenta inderogabilmente il tempo di permanenza dei pazienti in farmacia, quindi il rischio contagi”.

Ma il momento molto difficile non termina qui.

“Anche la Asl ha scaricato sulle nostre spalle gli adempimenti relativi al rinnovo delle schede dei presidi medici, aumentando il lavoro per noi e un maggiore ricorso e permanenza nelle farmacie – conclude il presidente Giacomelli – Per tutti questi motivi devo ringraziare i quasi 500 addetti, fra personale laureato e non, che continuano a svolgere la propria attività con grande professionalità e spirito di servizio, nonostante siano costretti a dover operare con un carico di lavoro professionale e burocratico in aumento. Per questo, dopo le 1000 mascherine già acquistate, sono costretto a ribadire a nome di tutti i farmacisti pistoiesi che le autorità preposte non possono lasciarci in prima linea, senza dotarci dei dispositivi e del supporto necessario che ci permetta di svolgere la nostra azione in completa sicurezza”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei