Nuovi fondi per le scuole pistoiesi: la priorità al progetto antisismico della “Frosini”

Nuove positive notizie per la scuola di Pistoia: 800 mila euro di finanziamenti dal Miur per la progettazione antisismica. Le priorità sono per la elementare "Frosini" di via Cavallerizza, per la "Raffaello" e Belvedere.

Nuovi fondi per le scuole pistoiesi: la priorità al progetto antisismico della “Frosini”
Pistoia, 12 Febbraio 2020 ore 12:50

Oltre 800mila euro ottenuti dal Comune di Pistoia per la progettazione antisismica delle scuole comunali. I finanziamenti del Miur – intercettati grazie alla partecipazione ai bandi del 2018 e del 2019 – sono stati sbloccati con l’arrivo, nei giorni scorsi, delle linee guida ministeriali. Questo significa che l’Amministrazione comunale potrà procedere all’affidamento delle progettazioni entro la fine dell’anno cofinanziando le somme statali con 488mila euro di fondi propri, da inserire nel prossimo bilancio.

Progettazione antisismica, arrivano i fondi per le scuole

Nel complesso si parla dunque di quasi 1milione e 300mila euro destinati alla sicurezza nelle scuole e, in particolare, alle progettazioni degli interventi. Sono cinque i plessi su cui l’Amministrazione ha ottenuto i fondi del Miur per le progettazioni di adeguamento e miglioramento sismico.

Tra questi, ci sono quelli per le scuole “Frosini” di via Cavallerizza chiuse nell’estate 2017 a seguito delle verifiche statiche e sismiche che hanno evidenziato la necessità di un intervento di consolidamento dell’edificio e il conseguente trasferimento delle classi alle scuole “Roncalli”. Adesso il Comune potrà andare avanti con la progettazione necessaria alla realizzazione dei lavori. Una volontà, questa, che l’assessore all’istruzione e all’edilizia scolastica Alessandra Frosini aveva espresso fin dai giorni successivi alla chiusura del plesso.

Proprio ieri mattina l’assessore e il sindaco Alessandro Tomasi – ospiti degli studenti e degli insegnanti delle Frosini in partenza per il campionato di robotica – hanno potuto ammirare il plastico della scuola di via Cavallerizza realizzato dagli alunni dopo un’accurata opera di progettazione e ricerca portata avanti nel corso dell’anno scolastico. Un lavoro che l’assessore ha definito straordinario e ricco di spunti da tenere in considerazione nella fase progettuale a carico del Comune. Per le scuole Frosini l’amministrazione ha ottenuto dal Miur (bando 2019) 143mila euro, a fronte di un cofinanziamento che dovrà ammontare a 148.900 euro.

scuola frosini progettazione
Il plastico realizzato dagli alunni della scuola “Frosini” impegnati nelle gare della First Lego League

L’altra consistente somma adesso a disposizione, è quella per la progettazione degli interventi alle “Raffaello”, struttura verificata dall’amministrazione Tomasi su cui, a differenza delle “Frosini”, non sono emerse criticità statiche. Pertanto non si è reso necessario alcun provvedimento di chiusura. Per la progettazione di miglioramento di questo edificio, il Comune ha ottenuto 421.800 euro, che dovrà cofinanziare con ulteriori 148.200 euro.

Gli altri finanziamento sono per le scuole del “Belvedere” (132.200 dal Miur e 137.700 da cofinanziare), per le elementari di Ramini (30.392 dal Miur e 31.633 da cofinanziare) e per l’asilo “il Melograno”, chiuso nel 2019 a seguito delle verifiche statiche e sismiche. In questo ultimo caso il Comune otterrà dal Ministero un rimborso visto che ha già anticipato le somme per la progettazione di due lotti di intervento (per oltre 80mila euro) dando avvio, negli scorsi giorni, ai lavori di riqualificazione e di miglioramento sismico del primo lotto per un ammontare di 480mila euro cofinanziati da Comune e Fondazione Caript.

Con questi fondi si ripete uno schema ormai consolidato per l’Amministrazione guidata da Alessandro Tomasi: verificare, progettare, intervenire. Le progettazioni saranno infatti fondamentali per intercettare altri finanziamenti utili alla realizzazione dei lavori.

LEGGI ANCHE: Le visite del Prefetto Zarrilli a Carabinieri e Guardia di Finanza

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei