Menu
Cerca
POLITICA

Montecatini, Apam ed Assohotel si scagliano contro le parole del coordinatore comunale di Forza Italia

"Se il tavolo sul turismo deve partire su queste basi noi ci tiriamo subito fuori, considerando anche – lo ribadiamo - che l’autore di tali affermazioni è proprio il portavoce del partito dell’assessore al turismo".

Montecatini, Apam ed Assohotel si scagliano contro le parole del coordinatore comunale di Forza Italia
Economia Valdinievole, 04 Maggio 2021 ore 09:32

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso da Apam Federalberghi ed Assohotel in risposta alle critiche arrivate sulle affermazioni del coordinatore comunale di Forza Italia a Montecatini Terme, Francesco Bentivegna. Che nella serata di lunedì ha annunciato di essere stato rimosso dal suo ruolo dal partito. IN attesa di sviluppi, dopo aver comunque rimosso il “post incriminato” A quanto pare non è bastato. E le reazioni delle categorie sono state durissime.

Alberghi Montecatini, ancora scontro totale fra operatori e politica

“Da domenica abbiamo risposto a numerose telefonate dei nostri associati, rimasti negativamente colpiti da talune “affermazioni in libertà” circa il pagamento delle tasse da parte della nostra categoria e pubblicate sui social network dal portavoce comunale di Forza Italia Francesco Bentivegna. Affermazioni diffamanti, fatte peraltro sul “sentito dire” e prive di qualsiasi base oggettiva, che ci fanno rimanere ancor più sconcertati in quanto gettano discredito su una intera categoria. Ed è peraltro grave che a farle sia stato il coordinatore di un partito che esprime l’assessore al turismo, con il quale vogliamo certamente continuare a collaborare in maniera costruttiva nell’interesse della città e della sua più importante industria.

Simili attacchi nei confronti della nostra categoria non li accettiamo. Stiamo lottando in ogni modo per sopravvivere, perché saremo il settore che ripartirà dopo tutti e quindi per noi gli anni bui non sono finiti. Un rappresentante politico non può pertanto permettersi di sparare a zero senza assumersi le conseguenze delle sue affermazioni.

Ci siamo messi a disposizione più volte dell’amministrazione per collaborare e programmare, ma se il tavolo sul turismo deve partire su queste basi noi ci tiriamo subito fuori, considerando anche – lo ribadiamo – che l’autore di tali affermazioni è proprio il portavoce del partito dell’assessore al turismo.
Se poi vogliamo entrare nel merito, prima di fare certe affermazioni sarebbe bene informarsi, perché la Tari è una tassa pagata dagli operatori che nel 2020 (e molti anche nel 2021) sono stati chiusi, quindi con zero conferimenti, ma gli importi dovuti sono rimasti gli stessi del 2019. Quello che vorremmo è solo non pagare un servizio di cui non abbiamo usufruito. E’ da un anno che chiediamo risposte in merito, che a oggi non sono ancora arrivate.

Nei post abbiamo poi letto affermazioni sull’Ambito turistico: Bentivegna così ha tirato la giacca non solo alla sua giunta, ma anche a tutti gli altri comuni della Valdinievole che hanno partecipato alle conferenze dei sindaci per stabilire le linee d’indirizzo dell’Ambito, sparando quindi a zero su tutti. Non è il nostro ruolo entrare nelle dinamiche interne di un partito politico, ma siamo sicuri che, viste le basi che avevamo messo per una comune collaborazione e programmazione, sindaco e assessore al turismo sapranno prendere le distanze da certe dichiarazioni al fine di ripristinare i rapporti di buona cooperazione. Non si può certo risolvere tutto con la semplice rimozione dei post, che sono stati tanti e tutti diffamatori per la nostra categoria”, hanno detto i presidenti di Apam e Asshotel, Bartolini e Cenni.