Economia
la polemica

Mercato di Pistoia, Anva Confesercenti ancora a muso duro contro il Comune per la sistemazione dei banchi

Ancora sulle barricate Anva Confesercenti per la situazione del mercato ambulante bisettimanale di Pistoia: dito puntato contro l'amministrazione comunale.

Mercato di Pistoia, Anva Confesercenti ancora a muso duro contro il Comune per la sistemazione dei banchi
Economia Pistoia, 11 Maggio 2022 ore 15:21

Riceviamo e pubblichiamo il duro comunicato di Anva Confesercenti Pistoia che si scaglia contro l'amministrazione comunale per la situazione del mercato ambulante bisettimanale.

Anva Confesercenti e la situazione del mercato ambulante di Pistoia

Come già accaduto in passato, si ripete il metodo utilizzato da questa amministrazione ovvero, che a parole si garantisce attenzione e collaborazione nel gestire i problemi ma, nei fatti, si fa poi l’opposto con atti monocratici che non tengono quindi di conto ciò che a parole viene garantito. Pistoia, unico mercato della Regione Toscana che mantiene l’assetto emergenziale salvo poi con coerenza rimettere gli altri mercati rionali dello stesso Comune in assetto pre-pandemia. Qual’è il reale motivo che impedisce al Sindaco di rimettere le cose a posto? E chi si và a favorire non facendo tale scelta? Si tiene quindi solo il mercato il mercato del centro storico in assetto provvisorio e, nonostante ciò, si fa ugualmente pagare il suolo pubblico (peraltro maggiorato).

Ma il mercato cittadino non è in emergenza? Le perplessità ad ogni modo continuano se si pone l’attenzione sul Luglio Pistoiese. A fronte di un impegno annunciato dall’amministrazione ovvero quello di non danneggiare nessuno, nei fatti poi sembrerebbe che una porzione del mercato in piazza Mazzini, soluzione già utilizzata in passato ma con pessimi risultati commerciali. Tanto è vero che tale soluzione nel corso degli anni è stata poi opportunamente accantonata. Oltretutto risulta chiaro che una eventuale proposta di soluzione in Piazza Mazzini non può prescindere da quei criteri "emergenziali" adottati nell'assetto provvisoria (pertanto con spazi maggiorati anche dal punto di visto di pagamento canone).

Ma non è finita. Entro la fine dell’anno ci sarà la ristrutturazione del mercato storico. A parole l’amministrazione ha già garantito la disponibilità a lavorare affinché il mercato sia riqualificato ed integrato dignitosamente nella città. Sarà così? Abbiamo forti dubbi , avendo già vissuto un recente passato, dove si dicono delle cose e poi se ne realizzano altre.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter