Economia
CRONACA

La responsabile settore entrate e sport del comune di Pieve a Nievole Di Bella precisa sulla Tari “Problemi limitati e facilmente risolvibili”

Gilda Diolaiuti “Sempre a disposizione dei cittadini, che comunque non avranno né sanzioni né maggiorazioni per interessi”.

La responsabile settore entrate e sport del comune di Pieve a Nievole Di Bella precisa sulla Tari “Problemi limitati e facilmente risolvibili”
Economia Valdinievole, 01 Dicembre 2021 ore 09:02

Daniela Di Bella, responsabile del settore entrate e sport del comune di Pieve a Nievole , interviene in merito ad alcune polemiche in merito ai “Disguidi per i modelli della Tari”

La precisazione

“Preme precisare che i problemi di recapito evidenziati dal signor Minchelini si sono verificati solo per alcune vie del comune, una di queste è quella di residenza dello stesso scrivente (signor Michelini), e solo per l’avviso di acconto Tari 2021 (il saldo non è ancora stato inviato).

Per quanto riguarda l’invito al signor Michelini a recarsi presso l’ufficio comunale, questo è stato offerto quale alternativa alla proposta di un nuovo invio per posta ordinaria o via e-mail, in quanto quest’ultimi sono stati scartati dall’utente, che giunto all’ufficio ha subito ricevuto quanto richiesto.

In ultimo- continua la responsabile Di Bella- gli avvisi di pagamento TARI sono inviati, in prima battuta, per posta ordinaria, a questa, se non saldati, fa comunque seguito una raccomandata senza aggravio di sanzioni o interessi.

Si ricorda che, in considerazione del perdurare dell’emergenza epidemiologica COVID-19, sono ancora vigenti le restrizioni previste per l’ingresso agli uffici, per tale ragione, accessibili ancora su appuntamento.

Si invitano pertanto i contribuenti, che ne avessero necessità, a privilegiare il contatto con le nostre sedi tramite i canali telefonici o via e-mail presenti sul sito istituzionale e su tutti i documenti provenienti dall’ente”.

A ulteriore precisazione, il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti ricorda che il comune si è sempre mosso nella direzione dei cittadini :” Ogni nostra azione vuole essere al servizio dei residenti e non certo contro. Se ci sono dei disguidi che possono capitare, e che nel caso in esame non dipende dall’ufficio tributi, abbiamo sempre risolto venendo incontro ai cittadini e non certo penalizzandoli. Anche in questo caso posso confermare che non ci saranno sanzioni o aggravi di spesa per eventuali interessi”.