Menu
Cerca
CRONACA

Il consorzio turistico di Confcommercio si rinnova: Paolo Caviccio è presidente

Priorità per il Consorzio è quella di riportare al centro iniziative di promozione turistica che possano rilanciare il territorio dopo oltre 15 mesi di stop.

Il consorzio turistico di Confcommercio si rinnova: Paolo Caviccio è presidente
Economia Pistoia, 11 Giugno 2021 ore 10:27

Nuove vesti per il turismo nel mondo Confcommercio. Rinnovato il Consorzio Turistico Città di Pistoia: presidente è Paolo Cavicchio, Zoo di Pistoia.
Al suo fianco, la vicepresidente Veronica Bozzi, Hotel Villa Cappugi (Pistoia).

Il consiglio direttivo

A comporre il consiglio direttivo: Perla Cappellini (Associazione Culturale Mirabilia, Pistoia), Renato Chiti (Associazione Culturale Musikè Luoghi del Medioevo, Pistoia), Laura Galigani (Centro Guide Turismo, Pistoia), Gianluca Iori (IRSA, Pistoia), Donatella Moica Antioca (Macana Maldive, Pistoia),
Leonardo Neri (Camping Barco Reale, San Baronto), Valerio Trefoloni (Valerio Ricevimenti, Quarrata).

Priorità per il Consorzio è quella di riportare al centro iniziative di promozione turistica che possano rilanciare il territorio dopo oltre 15 mesi di stop.
Come? Attraverso il ripensamento di una strategia che si sposi con le nuove esigenze emerse da parte dei visitatori e che vada incontro ai principali target di riferimento, italiani e internazionali.

“È il momento della ripartenza del turismo e ora più che mai è importante fare squadra per intercettare il flusso dei viaggiatori che si muovono sulle "direttrici" del turismo slow e naturalistico – dichiara il presidente Paolo Cavicchio.

Due tendenze, queste, che ben si sposano con la vocazione del nostro territorio dove enogastronomia, cammini e passeggiate sono da sempre al centro dell’offerta che oggi vogliamo promuovere anche attraverso nuovi canali.

L’ultimo anno ci ha messo di fronte all’esigenza di far conoscere Pistoia tramite gli strumenti digitali e dobbiamo cogliere quest’opportunità affiancando ai tradizionali educational tour e alle fiere promozionali, i tour virtuali alla scoperta della nostra aerea.
In questo modo saremo in grado di muoverci non solo verso target storicamente interessati a noi – come tedeschi, olandesi e francesi – ma anche nuovi pubblici – fra cui polacchi e russi.”

“Vogliamo far conoscere Pistoia e il territorio circostante nel resto dell’Italia e del mondo, è questa la nostra missione – afferma Veronica Bozzi, vicepresidente.

C’è molto da fare per dare visibilità a quest’area ancora troppo poco conosciuta ma molto apprezzata da chi si trova a scoprire le sue eccellenze e il suo tipico life-style.
I turisti si stupiscono delle bellezze naturali e culturali che trovano quando visitano Pistoia, spesso di passaggio verso mete regionali più conosciute.
Eppure, è qui che si respira la vera Toscana, fatta dai suoi abitanti e dalle sue tipiche attività, lontano dalle logiche del turismo di massa.

 

L’autenticità del territorio è la nostra forza e in questo momento risulta più che mai attrattiva, visti i tanti spazi verdi, la loro vivibilità, la possibilità di spostarsi agevolmente.
Ed è questo l’aspetto fondamentale da valorizzare”.