la solidarietà

Anche la Fiom Cgil di Pistoia parteciperà allo sciopero generale di Firenze per la Gkn

Presidio della Fiom-Cgil di Pistoia che ha espresso solidarietà e vicinanza ai lavoratori della GKN di Campi Bisenzio e lunedì parteciperà allo sciopero generale che ci sarà a Firenze.

Anche la Fiom Cgil di Pistoia parteciperà allo sciopero generale di Firenze per la Gkn
Economia Pistoia, 16 Luglio 2021 ore 17:35

La vicinanza e la solidarietà da parte della Fiom Cgil di Pistoia nei confronti dei colleghi lavoratori della GKN di Campi Bisenzio: una delegazione parteciperà allo sciopero di lunedì 19 luglio a Firenze.

Sciopero GKN a Firenze il 19 luglio, ci sarà anche la Fiom di Pistoia

In data odierna si è riunito il Direttivo Fiom-Cgil di Pistoia e, nell’esprimere la piena e massima  solidarietà alle lavoratrici e lavoratori della GKN compreso tutta la filiera dell’indotto, dichiara la  partecipazione allo sciopero di lunedì 19 p.v. ed il sostegno alle iniziative che saranno messe in campo nel  futuro.

Non solo GKN, ma anche GIANNETTI in Lombardia, la WHIRLPOOL in Campania sono solo la punta di  un iceberg che travolge la vita di centinaia e migliaia di donne ed uomini, della loro dignità, la loro vita,  gettandoli in una spirale dalla quale non sappiamo mai come ne usciamo. Purtroppo, la storia ci insegna,  generalmente più deboli, più soli di come ci siamo entrati. Il comportamento di queste finanziarie non  trova alcuna giustificazione, la ricerca continua della massima remunerazione dei capitali investiti,  obbiettivo prioritario delle finanziarie, nel più breve periodo possibile non guarda in faccia nessuno!!! Si  calpestano diritti, lavoro, persone e territori in nome del profitto.

Siamo di fronte ad un’azienda con alta professionalità delle maestranze, con carichi di lavoro acquisiti,  importanti committenti, un’azienda storica per il territorio fiorentino, non possiamo permetterci, tutti,  che prevalga la linea della mortificazione del lavoro!!! Non è accettabile la chiusura della fabbrica per una  mera speculazione economica. E’ necessario che ogni soggetto coinvolto metta in campo il massimo delle proprie disponibilità al fine di scrivere un nuovo, e diverso, futuro per un’azienda simbolo, ed orgoglio, del territorio fiorentino.