Economia
BELLA NOTIZIA

Due oscar Green a Pistoia: vincono le ‘Ladre di Piante’ e i ‘bagni nella foresta’

Il Premio Coldiretti Giovani Impresa a Silvia Agostini e Fabio Bizzarri

Due oscar Green a Pistoia: vincono le ‘Ladre di Piante’ e i ‘bagni nella foresta’
Economia Pistoia, 09 Aprile 2022 ore 15:07

Pistoia vince l’Oscar Green della Toscana nelle categorie Impresa digitale con Ladre di Piante della pistoiese Silvia Agostini, e Noi per il sociale con La Foresta del Teso del montanino Fabio Bizzarri. “Due aziende agricole che ben rappresentano le tante sfaccettature del nostro settore primario –racconta Simona Falzarano, delegata Coldiretti Giovani Impresa di Pistoia-. Capacità di innovare, di essere multifunzionali ed in relazione col territorio e i cittadini”.

La proclamazione dei vincitori degli Oscar Green regionali, il premio di Coldiretti Giovani Impresa che dà risalto all’agricoltura che innova, si è svolta a Firenze, a Palazzo Vecchio.

A Palazzo Vecchio

“L’Oscar Green di Coldiretti Giovani Impresa ogni anno dà modo di illuminare alcuni esempi di imprese di eccellenza esemplificativi dell’intero universo. Le elaborazioni Coldiretti su dati Infocamere ci dicono – spiega Gianfranco Drigo, direttore di Coldiretti Pistoia – che in questi anni problematici in provincia le aziende under 35 sono cresciute del 4% nel 2021, portando l’incidenza sul totale aziende agricole ad oltre l’8%, attestandosi a 260 realtà”.

Sono state sessanta le aziende agricole da tutta la Toscana che hanno partecipato all’edizione 2021 dell’Oscar Green, concorso che punta a valorizzare il lavoro di tanti giovani che hanno scelto per il proprio futuro l'Agricoltura. 5 quelle pistoiesi, di cui due sono risultate vincitrici.

“Ladre di Piante” della pistoiese Silvia Agostini è stata premiata nella categoria “Impresa Digitale”: una ladra di piante (quasi) per caso.

Dopo la laurea (triennale in scienze vivaistiche e specialistica in architetture del paesaggio), rimanendo senza riscontro l’invio di tanti curriculum, Silvia decide di diventare imprenditrice agricola. La famiglia è attiva nella produzione di piante ornamentali, e lei crea una sua azienda vivaistica, con una innovazione fondamentale e non scontata nel 2013: vendita al dettaglio su Internet di piante.

“Sono felicissima di questo riconoscimento. L’Oscar Green di Coldiretti Giovani Impresa premia Ladre di piante, un’idea che nasce quasi per caso e che ‘inaspettatamente funziona, sin da subito –spiega Silvia Agostini-. Il mio approccio di vendita diretta delle piante ai consumatori (B2C) è un esempio di differenziazione nel contesto del vivaismo pistoiese che è tradizionalmente orientato alla vendita verso altre aziende, grossisti, garden, professionisti del verde. Rivolgersi direttamente agli appassionati di tutta Italia senza intermediazioni è un’innovazione che può dare ricadute a tutto il comparto”.

Nella categoria “Noi per il sociale” per cui non è previsto un limite di età per concorrere, è stata premiata l’esperienza del bagno della foresta con annesso il ‘campeggio sospeso’ dell’azienda agricola la Foresta del Teso del montanino Fabio Bizzarri, sull’Appennino Pistoiese, che ha montato tende volanti, appese ai tronchi di pino. Nel ‘campeggio’ sospeso ci si rilassa a contatto con la bellezza e i benefici del bosco. E’ il Forest Bathing, un’attività ‘connessa’ dell’azienda agricola della rete Coldiretti, che produce lamponi, mirtilli ed altri piccoli frutti. La Foresta del Teso è un concentrato dei punti di forza della moderna agricoltura multifunzionale, inserita nel meraviglioso contesto dell’omonimo bosco sulla montagna pistoiese, è un vivaio nato dal recupero produttivo di un bene pubblico di proprietà della Regione Toscana. Tra le attività connesse messe a punto dall’azienda c’è il bagno di foresta, una vera e propria terapia che attraverso l’esposizione, o meglio, l’immersione nelle sostanze organiche volatili del bosco mira a rigenerare il corpo e la mente, stimolando le difese immunitarie e attenuando gli effetti negativi dello stress.

“E’ una nuova forma di ospitalità lenta che consente agli appassionati della montagna, e non solo, di dormire sulle tende appese da un tronco all’altro e di poter usufruire delle più semplice comodità come punto ristoro con prodotti aziendali (frutti di bosco, miele) ed altre eccellenze della montagna pistoiese –spiega Fabio Bizzarri-. Ospitare gli amanti della montagna ‘lenta’, anche dormendo sulle tende volanti con punto ristoro con prodotti aziendali (frutti di bosco, miele…) ed altre eccellenze della montagna

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter