Economia
una grande novità

Dal 5 novembre col "Giornale" ci sarà Pistoia Motori Magazine, l'house organ ufficiale dell'Aci

Dal 5 novembre in allegato gratuito col "Giornale di Pistoia e della Valdinievole" il primo numero di "Pistoia Motori Magazine" il nuovo house organ di Aci.

Dal 5 novembre col "Giornale" ci sarà Pistoia Motori Magazine, l'house organ ufficiale dell'Aci
Economia Pistoia, 03 Novembre 2021 ore 10:17

L’inizio del mese di novembre si porterà con se una grande novità per i lettori del “Giornale di Pistoia e della Valdinievole”, per gli appassionati di motori (che siano a due o quattro ruote fa poca differenza) e, soprattutto, per i ben 16mila soci attualmente attivi dell’Automobile Club d’Italia della nostra provincia.

"Pistoia Motori Magazine", l'house organ di Aci Pistoia in edicola col nostro "Giornale"

Dal 5 novembre, infatti, sarà in edicola in allegato gratuito col nostro settimanale “Pistoia Motori Magazine”, il primo numero dell’house organ ufficiale di Aci Pistoia. Un’avventura editoriale davvero molto importante che consentirà, questi sono gli auspici della vigilia, di fornire una informazione completa e capillare sull’attività dell’ente (che è davvero tanta e variegata) oltre a mettere in evidenza le eccellenze motoristiche del territorio, sia in termini di gare ed affermazioni in giro per la Toscana e l’Italia (perché no, anche il mondo), sia in termini di avventure imprenditoriali, storie, curiosità e perle rare che si trovano dislocate in tutta la provincia di Pistoia.
Perché non necessariamente una moto di quarant’anni fa è un rottame da buttare o un’auto d’epoca messa a prender polvere in un garage è soltanto qualcosa di cui disfarsi quanto prima.

Per presentare al meglio questa nuova avventura, che avrà una cadenza di uscita ogni due mesi, ne abbiamo parlato col direttore di Aci Pistoia, Giorgio Bartolini, che, assieme al presidente Antonio Breschi, fin da subito ha creduto nelle potenzialità di questo prodotto editoriale che, dopo l’uscita in edicola col nostro settimanale, sarà poi inviato in forma digitale all’indirizzario mail dei 16mila soci che ci sono in provincia.

Direttore, nasce “Pistoia Motori Magazine”: un’avventura nuova per il “Giornale” ma, soprattutto, per Aci. Da cosa nasce questa scelta?

«Il motivo principale è quello di offrire a tutti i nostri soci, ed ai lettori del settimanale, un punto di riferimento per tutti gli automobilisti e motociclisti della provincia secondo quella che è la visione di Aci parlando di temi di attualità, di risultati sportivi, di personaggi senza perdere di vista la necessità di un confronto su quella che è la mobilità urbana e cittadina. Gli argomenti non mancano affatto, basti pensare a quello che sta succedendo nelle ultime settimane con l’aumento del prezzo del metano da autotrazione facendoci passare da una sensazione di “risparmio” ad una criticità notevole. Da qui si può sviluppare una discussione che passa per la transizione ecologica, per la necessaria dismissione di un parco auto ancora troppo vecchio – sia a Pistoia che in Italia – ed i timori del passaggio all’elettrico con un ritorno ecologico che non è ancora del tutto certificato».

Ma ci sarà ovviamente anche altro…

«Visto l’alto numero di soci dei quali Aci dispone in provincia di Pistoia, abbiamo ritenuto opportuno creare un canale di comunicazione diretto fra l’Automobile Club d’Italia e gli automobilisti per far capire quelle che sono le problematiche e le possibili soluzioni, non necessariamente legate soltanto alle quattro ruote. Penso proprio alla mobilità regionale nella sua interezza, alla realtà pendolare su ferro che è molto complessa specialmente nell’area Firenze-Prato-Pistoia fino a quello che rappresenta l’aeroporto di Peretola per capire se è davvero un’emergenza attuale oppure no. Poi, è ovvio che il lettore vuol sapere come poter risolvere i propri problemi e quindi ci sarà spazio anche per capire come affrontare il tema della fiscalità legato alle auto».

E la sinergia fra Aci e “Giornale di Pistoia e della Valdinievole” da cosa scaturisce?

«Seguiamo, da tempo, con interesse questa attività editoriale e devo dire che la formula di fare un settimanale interamente dedicato alla sola provincia di Pistoia in formato tabloid sia un’idea simpatica e vincente. Ed è stato, pertanto, naturale trovare spazio dentro questa esperienza per dare voce al mondo Aci. Esistono, in Toscana, altri tipi di house organ di Aci, vedi Firenze e Livorno, ma la co-produzione come faremo qui a Pistoia è sicuramente il primo tentativo a livello regionale e ne siamo davvero entusiasti».