Economia
L'INTERVENTO

Confartigianato: "Ripartiamo in sicurezza: evitiamo un ulteriore crollo dei consumi"

Una particolare attenzione la stiamo riservando alle attività dei settori benessere, servizi e ristorazione e anche le scuole guida (nei suoi diversi aspetti) per i quali, proprio in queste ore si stanno definendo i protocolli sanitari specifici.

Confartigianato: "Ripartiamo in sicurezza: evitiamo un ulteriore crollo dei consumi"
Economia Pistoia, 14 Maggio 2020 ore 09:56

Ripartiamo in sicurezza. Evitiamo un ulteriore crollo dei consumi. È il monito che Confartigianato Imprese Pistoia rivolge alle istituzioni sollecitando il via libera alla riapertura delle attività ancora chiuse.

L'intervento dell'associazione

"Abbiamo presentato al Prefetto di Pistoia una serie di proposte a supporto delle imprese per il rilancio dell’economia - sottolinea il Presidente Alessandro Corrieri – e ci aspettiamo dal decreto in uscita in queste ore, un forte segnale di sostegno per le micro e piccole e medie imprese. L’azione sindacale che stiamo portando avanti ai tavoli regionali e nazionali da quando la pandemia da Covid-19 è iniziata, è stata ed è quella di creare le condizioni idonee a far “ripartire in sicurezza” le aziende".

Una particolare attenzione la stiamo riservando alle attività dei settori benessere, servizi e ristorazione e anche le scuole guida (nei suoi diversi aspetti) per i quali, proprio in queste ore si stanno definendo i protocolli sanitari specifici a cui dovrà seguire un’Ordinanza Regionale, senza la quale non sarà possibile la “riapertura” delle attività. Dal nostro Ufficio Studi - continua Alessandro Corrieri - abbiamo ricevuto un report aggiornato sulla situazione economica italiana. La nostra provincia registra significativi dati sul crollo dei consumi: meno 40,0% delle vendite di beni non alimentari e perdite del fatturato superiori al 35% rispetto all’anno precedente.

In tali condizioni di fragilità della domanda - conclude il presidente Corrieri -  le politiche economiche che saranno adottate dal Governo dovranno essere adeguate sia a limitare i danni nonché, principalmente, a supportare la ripresa non solo di breve ma di medio/lungo periodo".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter