Economia

Concluso l'intervento di consolidamento sismico alla scuola primaria “Hack” di Bagnolo

Non più pasti in classe, la mensa ritorna nel refettorio allestito nell'atrio.

Concluso l'intervento di consolidamento sismico alla scuola primaria “Hack” di Bagnolo
Economia 10 Gennaio 2020 ore 16:32

Via il cantiere dall’atrio, lo scorso 7 gennaio i bambini sono rientrati sui banchi in una scuola più sicura. Non più pasti in classe, la mensa ritorna nel refettorio allestito nell’atrio.

Concluso l’intervento di consolidamento

Anno nuovo e vita nuova per la scuola primaria “Margherita Hack” di via Micca a Bagnolo, dove, come da crono-programma, lo scorso dicembre sono stati conclusi gli interventi di consolidamento sismico su alcuni pilastri dell’atrio. Durante le vacanze di Natale il cantiere dei lavori ha sgomberato e si è potuto provvedere alla pulizia di tutti gli ambienti. Così martedì 7 dicembre al loro rientro sui banchi i bambini hanno trovato la loro scuola completamente rinnovata e soprattutto più bella e sicura. L’atrio e le altre zone oggetto dei lavori (come la biblioteca) sono state rimbiancate e nella zona del refettorio è stata sostituita la vecchia pavimentazione con una in gomma pvc ignifuga. I bambini sono già tornati a mangiare nell’atrio, da sempre adibito a refettorio. Durante i mesi dell’intervento di consolidamento, infatti, i bambini avevano mangiato nelle aule in attesa della conclusione dei lavori. « Come avevamo annunciato nei mesi scorsi nell’incontro con i genitori, l’intervento di consolidamento dei pilastri dell’atrio della scuola è stato concluso nei tempi previsti a fine dicembre.- spiega il sindaco Simone Calamai- Un lavoro molto importante che va nella direzione della completa messa in sicurezza di di tutti gli edifici pubblici e in particolare delle scuole. A breve promuoverò un incontro con gli alunni della scuola primaria “Hack”, aperto anche alle famiglie, attraverso il quale voglio spiegare nel dettaglio cosa abbiamo fatto e perché questo lavoro è così importante per la sicurezza. Credo infatti che la consapevolezza del rischio sismico vada acquisita fin da piccoli e vorrei che i bambini capissero che i piccoli disagi, che hanno vissuto in questi mesi, sono serviti per realizzare un intervento importante per la loro sicurezza».

I lavori di miglioramento sismico, hanno riguardato il blocco centrale dell’edificio (quello dell’atrio) ed hanno previsto il consolidamento delle travi e dei pilastri, la realizzazione di un giunto sismico e altri interventi locali, come il placcaggio di alcuni setti in cemento armato. L’intervento del valore complessivo di 200 mila euro, è stato finanziato per 160 mila euro con fondi provenienti dal Miur – Ministero della Pubblica Istruzione tramite la Regione e con 40 mila euro di risorse del Comune di Montemurlo.

I lavori hanno riguardato due zone della scuola, quella degli uffici, delle aule e dei bagni e quella dell’ atrio di accesso alla scuola.