Menu
Cerca
CRONACA

Assohotel Montecatini: "Dal Comune solo impegni e promesse sui ristori Tari 2020, ma intanto ecco le fatture 2021"

Assohotel Confesercenti: «Alberghi quasi tutti chiusi, paghiamo per un servizio non ricevuto»

Assohotel Montecatini: "Dal Comune solo impegni e promesse sui ristori Tari 2020, ma intanto ecco le fatture 2021"
Economia Valdinievole, 11 Maggio 2021 ore 13:42

"Come da scadenza stanno iniziando ad arrivare le fatture Tari 2021 alle imprese situate nel comune di Montecatini Terme. Tutto questo senza avere un minimo di previsione e di notizie in merito alle nostre richieste sui ristori relativi alla Tari 2020 per un servizio – lo ribadiamo - di cui la quasi totalità delle nostre imprese alberghiere non ha usufruito in quanto chiuse a causa della pandemia e, di conseguenza, con relativi conferimenti mai effettuati". A dirlo è Assohotel Confesercenti.

La protesta

"Sono stati dichiarati un milione e trecentomila euro di ristori ricevuti dal Comune da parte dello Stato per il mancato incasso dell’imposta di soggiorno per il 2020 (addirittura centomila euro in più rispetto al previsto), ma non ci è mai arrivata invece alcuna notizia in merito ai ristori della Tari. Eppure ci siamo seduti ai tavoli con sindaco e assessore al bilancio più volte, ci sono state telefonate interlocutorie e sono state fatte precise promesse: ma di come, se e quando poteva esser fatto qualcosa di concreto non abbiamo mai avuto notizie.

Da parte nostra abbiamo avanzato proposte e chiesto valutazioni, ci siamo resi disponibili a qualsiasi tipo di accordo, ma ribadendo sempre l’urgenza della questione. In una prima fase ci è però stato detto che era necessario capire i soldi che potevano arrivare dallo Stato; ora che i ristori sono giunti in cassa, ci viene detto che bisogna aspettare i ristori che riceverà il Comune nel 2021. Per noi tutto questo è inaccettabile: con i ristori relativi al 2020 sistemiamo intanto la Tari di quell’anno ed eventualmente con i futuri ristori parliamo per il 2021. Non dimentichiamoci, infatti, che l’imposta di soggiorno, per legge, deve essere destinata al settore del turismo e dell’accoglienza.

Chiediamo quindi, nuovamente, risposte in merito ai ristori Tari: vogliamo finalmente avere risposte e certezze sia su quanto già ricevuto dal Comune per il 2020, sia sui ristori relativi al 2021 per poter programmare il nostro futuro", conclude Assohotel.