Economia
tutti i numeri

Anche ad agosto il turismo a Pistoia è in crescita: +70% rispetto allo stesso periodo 2021

Le rilevazioni di Confcommercio Pistoia Prato confermano una forte attrattiva da parte della città di Pistoia in confronto al 2021 dove, comunque, c'erano movimenti ancora limitati dovuti alla pandemia.

Anche ad agosto il turismo a Pistoia è in crescita: +70% rispetto allo stesso periodo 2021
Economia Pistoia, 03 Settembre 2022 ore 11:27

Cresce il turismo a Pistoia nel mese di agosto: rispetto allo stesso periodo di un anno fa il 70% circa delle strutture dichiara un aumento delle presenze. È quanto rivela l’ultima indagine svolta da Confcommercio Pistoia e Prato, che ha preso in esame un nutrito campione di associati – tra alberghi, agriturismi e affittacamere - che lavorano nel segmento.

Turismo, i dati diffusi da Confcommercio Pistoia Prato

Per quanto concerne la città e l’immediata periferia, il 70% circa degli intervistati certifica un aumento dei flussi turistici, accompagnato da un tempo medio di pernottamento di oltre tre notti. Qui, secondo l’80% del campione, prevalgono le presenze straniere, con olandesi e belgi davanti a tutti, seguiti da tedeschi e anglosassoni. Larga, in questo senso, la presenza delle coppie (70%) che staccano le famiglie. Rosee anche le previsioni in vista di settembre: oltre il 50% del campione osserva un aumento delle prenotazioni.

L’istantanea è completata dalla zona del Montalbano pistoiese: anche qui il 70% circa del campione dichiara un aumento delle presenze, mentre per la percentuale restante il dato è rimasto invariato. Il tempo medio di pernottamento si attesta intorno alle 3 notti e i turisti si rivelano egualmente spartiti tra italiani e stranieri, suddivisi – anche in questo caso equamente – tra famiglie e coppie. Il 50 delle strutture riporta inoltre numeri confortanti anche in prospettiva di settembre, mese rispetto al quale – osservano in molti – incideranno notevolmente le prenotazioni last minute.

Sara Pasquetti, responsabile di Palazzo 42 Boutique Hotel, commenta così:

“Rispetto ad un anno fa è andata molto meglio. Da noi la media del pernottamento è leggermente più alta, intorno alle quattro notti, perché abbiamo puntato molto su promozioni mirate in questo senso. Ad agosto abbiamo potuto notare – rileva – tre aspetti interessanti. Da un lato Pistoia è stata scelta come tappa intermedia per viaggi più lunghi, in direzione isole e sud Italia, ma anche come base strategica per girare la Toscana. Dall’altro, in moltissimi hanno optato per la città come meta da scoprire, a lato delle rotte consuete e più blasonate del turismo: una sorta di promozione al contrario, che però ha sortito effetto. Infine, dopo due anni di pandemia, si è verificato un ulteriore fenomeno: quello del ricongiungimento con i parenti che vivono all’estero e che hanno sfruttato agosto per ritrovarsi a Pistoia”. Un autentico boom che, adesso, viene minato dal caro energia: “Le bollette sono più che raddoppiate – conclude Pasquetti – così come il costo delle materie prime. Inoltre alcuni prodotti sono diventati introvabili, perché a monte si decide di contrarre e razionalizzare: così diventa difficile. Ci servono aiuti immediati”.

Anche Dominga Bettaccini, parlando per Villa Giorgia, fornisce il suo punto di vista:

“Il mese di agosto è andato molto bene, abbiamo registrato un incremento degli arrivi e anche un tempo medio di permanenza più lungo del solito. In prevalenza abbiamo accolto stranieri, ma sono arrivati anche moltissimi italiani: avventori che hanno scelto Pistoia come quartier generale per girare la Toscana. Possiamo dirci soddisfatti anche in vista di settembre, perché al momento abbiamo già il 70% delle camere prenotate”. Una gioia smorzata, anche in questo caso, dai rincari: “Senza andare troppo indietro nel tempo, a luglio la bolletta è triplicata rispetto a maggio. Da parte nostra non possiamo alzare i costi delle camere e, parallelamente, facciamo fatica a trovare certi beni per noi essenziali, come le bottiglie d’acqua in vetro o la carta.

Il commento del direttore di Confcommercio Pistoia Prato

“Quello delle presenze agostane in città è un quadro – commenta Tiziano Tempestini, Direttore di Confcommercio Pistoia e Prato – che supera le aspettative già alte che riponiamo in questo periodo. La leva del turismo ha sospinto in modo incontrovertibile il Pil estivo anche a Pistoia e nei territori circostanti, proponendosi come autentica boccata d’ossigeno a fronte delle difficoltà che il Paese sta attraversando. Un elemento che deve indurre una riflessione ancora più stringente in termini di misure sempre più appropriate per supportare il settore, che si conferma trainante: è quello che chiediamo anche al nuovo Governo. Si tratta – conclude – di sviluppare strategie comuni per i nostri territori, avvalendosi della guida di manager altamente qualificati: è esattamente la traiettoria che abbiamo intrapreso proponendo il progetto Green Valley”. Poi, sull’emergenza dettata dal caro energia: “La Confederazione, tramite forti iniziative simboliche e prese di posizioni nette, ha chiesto interventi che non sono più rimandabili. Ne va della tenuta del Paese”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter