Economia
La denuncia

Allarme Confesercenti a Pistoia: "Gli aumenti della Tari sono insostenibili"

Confesercenti Pistoia subito all'attacco per gli aumenti delle tariffe della Tari che stanno penalizzando le aziende del territorio.

Allarme Confesercenti a Pistoia: "Gli aumenti della Tari sono insostenibili"
Economia Pistoia, 15 Giugno 2022 ore 11:39

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diffuso da Confesercenti Pistoia in merito alle tariffe Tari che stanno diventando sempre più alte.

Confesercenti all'attacco per gli aumenti sulla bolletta della Tari

Gli aumenti della Tari sono diventati insostenibili per le nostre aziende. Risulta ormai difficile accettare  aumenti incondizionati, senza che nessuno possa fare nulla. Noi non vogliamo entrare nel merito su chi,  come e perché ha approvato questi aumenti, accettando senza battere ciglio le condizioni di Alia, che  tiene in scacco molti comuni senza valutare assolutamente le esigenze di imprese e cittadini.

Vogliamo ricordare che le nostre imprese hanno pagato la Tari anche in pieno lockdown, ovvero quando  erano chiuse. Hanno pagato quindi per un servizio non ricevuto, perché anche in questo caso, nonostante  le battaglie delle associazioni di categoria a livello regionale e locale, Alia non ha mai abbassato le proprie  tariffe, che quest’anno ha anzi deciso di aumentare di una percentuale ben superiore a quanto stabilito  dal contratto.

E’ opportuno che tutto il sistema toscano si muova affinché questa condizione di totale imposizione trovi  una via di incontro. Nei comuni in cui viene effettuata la raccolta differenziata non siamo mai arrivati alla tanto promessa “tariffa puntuale” che poteva permettere alle aziende di risparmiare. Ci sono poi comuni  nella nostra provincia, come Montecatini, che iniziano quest’anno la raccolta differenziata e che, oltre  all’aumento imposto da Alia, subiranno l’aumento fisiologico dovuto al passaggio alla differenziata.

La politica, tutta, deve unirsi per contrastare aumenti annuali imposti senza alcuna motivazione e
senza nessun cambiamento del servizio da parte del gestore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter