Quarrata

Un bugiardino alla Banca Alta Toscana

Un bugiardino alla Banca Alta Toscana
Cultura Piana, 03 Luglio 2021 ore 15:51

Il riconoscimento è stato consegnato al direttore generale dell’istituto di credito, Tiziano Caporali. Un modo per dire grazie da parte dell’Accademia della Bugia dopo l’acquisto dell’ex cinema Italia.

Un bugiardino alla Banca Alta Toscana

Non è un nuovo premio del Campionato Italiano della Bugia, ma un riconoscimento per il sostegno concreto
ricevuto. C’è voluta un po’ di originalità per realizzare la cerimonia di consegna del Bugiardino d’oro alla Banca Alta Toscana, tenuta in modo solenne come le cose serie. Una comitiva dell’Accademia della Bugia, guidata dal Magnifico Rettore Emanuele Begliomini, ha pensato bene di donare il riconoscimento più prestigioso del proprio movimento all’istituto di credito che ha erogato il mutuo per l’acquisto dell’ex cinema Italia. A riceverlo, il direttore generale della stessa Banca Alta Toscana, Tiziano Caporali, accompagnato dai colleghi David Meli, Simone Gori e Lorenzo Poggiali.

«Si è trattato di un gesto naturale e spontaneo – spiega Emanuele Begliomini-. Loro hanno dimostrato di essere sinceri, andando contro ai tanti luoghi comuni sugli istituti di credito: ci dissero subito che ci avrebbero aiutato con l’acquisto del Cinema e lo hanno fatto davvero! La consegna del Bugiardino è un modo per ringraziarli della fiducia riposta nel nostro progetto e per il sostegno dato alla montagna pistoiese».

Il credito cooperativo con sede a Vignole ha reagito positivamente al premio ricevuto: «Il rapporto col territorio è uno dei nostri valori maggiori – spiega Caporali-, sosteniamo anche le scommesse che sembrano impossibili se si dimostrano sostenibili e lungimiranti. Ci siamo interessati alla necessità dell’Accademia della Bugia per l’acquisto dell’ex cinema Italia e, ne siamo certi, si instaurerà con loro un rapporto di vicinanza positiva, a testimonianza dell’effettivo legame della Banca con il proprio territorio. La consegna di questo premio va proprio in questo senso».

L’ex Cinema Italia è stato acquistato dall’Accademia della Bugia la scorsa settimana. Lì nascerà un nuovo polo culturale legato alle tradizioni e alla socialità della montagna pistoiese. Si chiamerà Spazio Bugia e, secondo i nuovi proprietari, potrebbe essere pronto fra un anno esatto. Una bella scommessa sui cui anche il mondo del credito ha puntato in modo deciso.