Cultura
l'evento

Tre giorni di inizio agosto dedicati alle Manifestazioni Ferrucciane a Gavinana

Dopo lo stop del 2020, tornano le Manifestazioni Ferrucciane a Gavinana, sulla nostra montagna pistoiese: il programma completo di cosa fare e cosa vedere.

Tre giorni di inizio agosto dedicati alle Manifestazioni Ferrucciane a Gavinana
Cultura Montagna, 30 Luglio 2021 ore 15:55

Martedì 3, sabato 7 e domenica 8 agosto torna - dopo lo stop obbligato nel 2020 - uno degli appuntamenti estivi più amati sulla Montagna pistoiese: nel paese di Gavinana avranno luogo le tradizionali Celebrazioni Ferrucciane. L'evento è organizzato dal Comune di San Marcello Piteglio in collaborazione con l'associazione Domenico Achilli, la sezione locale della Pubblica assistenza, la parrocchia di Santa Maria Assunta e il comitato parrocchiale per le feste di Gavinana, l'Ecomuseo della Montagna pistoiese, l'associazione sportiva dilettantistica della Montagna pistoiese, gruppi storici e negozianti locali.

Tornano le Manifestazioni Ferrucciane a Gavinana

Martedì 3 agosto il ricordo del condottiero fiorentino verrà celebrato con il picchetto d’onore del 183° reggimento dei paracadutisti Nembo di Pistoia, i saluti delle istituzioni e la deposizione della corona d’alloro al monumento equestre.

 

Sabato 7 agosto alle 17.30 in piazza Ferrucci sarà possibile assistere al processo storico a Girolamo Savonarola, organizzato dall'associazione Domenico Achilli. Santo, forse un po’ visionario, oppure eretico, mosso da ragioni politiche? A deciderlo saranno la corte giudicante e la giuria popolare.

Domenica 8 agosto il pomeriggio storico comincerà alle 16.30 con il Corteo della Repubblica fiorentina in onore di Francesco Ferrucci. Previsti anche uno spettacolo di falconeria e giochi storici. Alle 18.30 il campo sportivo di Gavinana ospiterà la partita di calcio storico fiorentino con le Vecchie Glorie dell'Associazione 50 Minuti.

“Siamo alle porte con i sassi - commenta l'assessore alla cultura Alice Sobrero - per l'avvio dei lavori al Museo Ferrucciano, in autunno cominceranno a renderlo fruibile e a norma per tutti, nel frattempo al via l'equipe degli storici dottorati all'Università di Pisa che saranno il nostro comitato scientifico per i contenuti del Museo e per il progetto collaterale di digitalizzazione dei contenuti museali e dei vari approcci didattici, educativi, inclusivi e perché no ludici che il museo avrà grazie ai finanziamenti ottenuti dai bandi e dal Comune di San Marcello Piteglio. Nell'attesa di tutto ciò, organizziamo come appuntamento tradizionale, ma certamente con le attenzioni dovute in epoca di emergenza sanitaria, le celebrazioni di rievocazione storica più amate della Montagna Pistoiese che ci legano a Firenze nel suo periodo tanto caratterizzante per lei al mondo intero, il Rinascimento! Sono numerose le associazioni locali che ci daranno una mano e che ringraziamo in anticipo, così come le Associazioni del Calcio Storico Fiorentino con il suo presidente Filippo Giovannelli, l'Associazione 50 minuti dei calcianti fiorentini e naturalmente le istituzioni che ci sostengono nell'evento come il Comune di Firenze e la Regione Toscana. Vi aspettiamo in Montagna questo agosto!".

 

Le Celebrazioni Ferrucciane legano la Montagna pistoiese a Firenze attraverso i secoli. I borghi di Gavinana e Calamecca sono collegati alla città da un rapporto nato durante le guerre d'Italia del '500. Fu in questi territori che Francesco Ferrucci, condottiero fiorentino, si batté per salvare la Repubblica di Firenze dalle mire di un'ampia fazione di potenti avversari. Ferrucci la difese fino all'ultimo, trovando la morte proprio a Gavinana il 3 agosto del 1530, diventando un eroe e un emblema dei valori repubblicani che verranno rievocati nei secoli a seguire. Il mito del Ferrucci venne ricordato anche durante il Risorgimento - nell'Inno di Mameli è ritratto come esempio valoroso di chi difende la Repubblica fino al sacrificio - nonché dal fascismo che, nella sua costruzione dell'amor patrio, lo esaltò dedicandogli un museo nel quattrocentesimo anniversario dalla morte.

Nel 1957 il Comune di Firenze promosse un grande evento in montagna, con la rievocazione in costume della battaglia di Gavinana in occasione della ricorrenza della morte del Ferrucci. Dalla metà degli anni '70 il rapporto tra il nostro Comune e quello di Firenze tornò a rafforzarsi, con la presenza del Gonfalone e del Calcio storico fiorentino che sfila in corteo nei suoi costumi cinquecenteschi.

L'edizione 2019 regalò una grande sorpresa: per la prima volta in oltre quarant'anni di rievocazioni storiche, Gavinana ospitò i calcianti del Calcio storico fiorentino. La più celebre partita di calcio fiorentino in costume che la storia ricordi fu quella che si tenne durante l'assedio che la Repubblica di Firenze subì nel 1530, giocata come sberleffo al nemico alle porte. I veterani del calcio storico scesero in campo a Gavinana per sfidarsi ricordando quell'episodio della storia d'Italia e celebrare il potere che da sempre lo sport ha di unire, fortificare e allontanare la paura, persino nel corso di una guerra.

 

Per informazioni o per prenotare l'ingresso alla partita rivolgersi alla biblioteca Bellucci al numero 0573 621289. Tutte gli aggiornamenti sono sulla pagina Facebook del Comune di San Marcello Piteglio o della biblioteca.