Cultura

La neve in Val di Luce è arrivata ma non basta per aprire subito gli impianti

Non sono sufficienti le prime nevicate per far aprire gli impianti in Val di Luce, ma la stagione invernale è comunque pronta a partire alla grande.

La neve in Val di Luce è arrivata ma non basta per aprire subito gli impianti
Cultura Montagna, 10 Novembre 2019 ore 12:02

Le dichiarazioni di Andrea Formento, direttore di stazione in Val di Luce, dopo la prima nevicata di stagione sull'Appennino Tosco Emiliano ma non sufficiente per pensare ad una immediata apertura degli impianti.

Neve in Val di Luce, ma non basta per aprire: ecco i programmi futuri

Si sono conclusi positivamente i collaudi degli impianti della Val di Luce, svolti nel corso di giornate accompagnate da improvvisi e continui rovesci di neve che hanno imbiancato la nostra valle e tutto l’appennino tosco emiliano. Un sincero ringraziamento è indirizzato al nostro direttore d’esercizio Stefano Burgoni, ai nostri dipendenti con il Capo Servizio Marchetti Walter ed ai funzionari del competente Ufficio Territoriale dell’Ustif per essere riusciti a concludere le prove di collaudo in condizioni ambientali estremamente critiche.

“Ad oggi siamo solo in attesa di ulteriori e più abbondanti nevicate” afferma il Direttore di Stazione Andrea Formento “o di un abbassamento delle temperature che ci consenta di mettere in moto i nostri tre impianti di innevamento per aprire il comprensorio ma siamo pronti a gestire qualsiasi situazione in modo da poter aprire immediatamente gli impianti appena se ne presentassero le condizioni “.

Sembrerebbe quindi una annata che inizia sotto i migliori auspici e sono molte le iniziative che accompagneranno i nostri clienti nel corso della prossima stagione invernale. Partiamo dal Ponte di Sant’Ambrogio con il Ski Winter Season che aprirà ufficialmente la stagione invernale con un Week End pieno di musica ed iniziative presso il rifugio Le Rocce, per proseguire per le Festività Natalizie con Il Babbo Natale sulle Piste, le tradizionali Fiaccolate e la Befana sulle piste.

Ma il clou delle manifestazioni sarà nel corso dei primi mesi del 2020 con il ritorno delle iniziative dedicate agli appassionati dello sci alpinismo, sia sulle piste della Val di Luce che nella zona Selletta e con le ormai tradizionali albe in quota e tramonto in quota. Allo sci alpinismo sarà anche dedicata una gara a tempo che vedrà la partenza dalla Piazza dell’Abetone e l’arrivo al Rifugio della Selletta.

Vogliamo dedicare particolare attenzione “ conclude il Direttore della Val di Luce Andrea Formento “ anche a quel target di clientela che si avvicina alla montagna dedicandosi a sport complementari ma non meno importanti dello sci classico e quindi dare spazio allo sci alpinismo ma anche a chi vuole affrontare di sera una risalita con le ciaspole lungo le nostre piste in completa sicurezza per apprezzare i favolosi panorami che ci regala il nostro appennino innevato”.

LEGGI ANCHE: La prima vera nevicata in Appennino ma non basta per riaprire