Cultura
Pistoia

Nelle Sale Affrescate sabato l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata al Premio Vallecorsi

Sarà visibile, a ingresso gratuito, fino al 12 settembre, dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Nelle Sale Affrescate sabato l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata al Premio Vallecorsi
Cultura Pistoia, 18 Agosto 2021 ore 13:13

Nelle Sale Affrescate sabato l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata al Premio Vallecorsi

Nelle Sale Affrescate del Palazzo comunale, sabato 21 agosto, alle 18.30 sarà inaugurata la mostra di fotografie dedicata al Premio Vallecorsi, organizzata dall’Associazione del Vallecorsi per il Teatro, in collaborazione con il Comune di Pistoia e con il sostegno della Fondazione Caript. All’evento sarà presente il sindaco Alessandro Tomasi. 

Si tratta di una mostra che nasce dalla volontà di far conoscere e restituire a Pistoia il Premio Vallecorsi per la drammaturgia teatrale che, ideato e realizzato proprio in questa città nell'immediato dopoguerra, si impose rapidamente all'attenzione nazionale come uno dei riconoscimenti più ambiti per i drammaturghi di lingua italiana. 

Il Premio è nato nel 1949 da un’idea dei compagni di lavoro di Francesco Vallecorsi, per rendere omaggio a colui che, scomparso prematuramente, aveva animato la Filodrammatica realizzata nel circolo aziendale dell’allora Officina San Giorgio e interrotto, per vari motivi, nel 2014 dopo 58 edizioni che hanno fatto conoscere questo evento anche oltre i confini nazionali. 

Nell'arco della sua attività il concorso pistoiese ha annoverato, fra partecipanti e membri della giuria, alcuni dei nomi più significativi della storia teatrale italiana del secondo Novecento come Vittorio Gassman, Tino Buazzelli, Ave Ninchi, Lauretta Masiero, Paolo Stoppa e tantissimi altri. 

La mostra deriva, quindi, dalla volontà dell’associazione Amici del Vallecorsi per il Teatro e dell’Amministrazione comunale di Pistoia di organizzare eventi orientati a far rinascere il Premio, per delineare meglio l'attività futura, conservando per quanto possibile lo spirito che fu dei fondatori, e per ricordare una stagione culturalmente feconda del territorio.

Il materiale è tratto dal fondo della biblioteca Forteguerriana

Le immagini esposte nelle Sale Affrescate ricostruiscono la storia del “Vallecorsi” e sono tratte per lo più dal cospicuo fondo di documenti depositati nella biblioteca Forteguerriana. Seguendo un criterio cronologico e tematico, viene ricordato Francesco Vallecorsi e il gruppo ristretto dei primi amici; l'attività nel dopolavoro aziendale e lo spostamento dell'iniziativa accolta nei reparti di produzione; la grande partecipazione dei cittadini alle iniziative del Gruppo Amici del Vallecorsi; la presenza di attrici, attori, personalità illustri, artisti e operatori dello spettacolo presenti alle cerimonie di consegna dei premi ai drammaturghi scelti soprattutto fra i rappresentanti della seconda metà del secolo scorso, che sono per lo più ignoti alle giovani generazioni e che rischiano di venire dimenticati. La mostra espone, inoltre, una selezione essenziale della pubblicistica dedicata al “Vallecorsi”; accenna ad alcune collaborazioni artistiche e alle pubblicazioni e all'attività richiesta per allestire la “scena” delle cerimonie. Una segnalazione è dedicata alla recente costituzione dell'Associazione Amici del Vallecorsi che spera di continuare a operare per arricchire e aggiornare il repertorio del teatro italiano. L’esposizione, rende omaggio dunque a questo Premio che ha scritto una pagina importante della storia culturale della città, e non solo.

Obbligatorio esibire il green pass

In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti, per accedere alla mostra è obbligatorio esibire il Green Pass. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica. In alternativa al Green Pass, è possibile esibire l’esito negativo di un tampone effettuato nelle ultime 48 ore. 

La mostra, a ingresso gratuito, sarà visibile fino al 12 settembre, dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.