Cultura
fine della mostra

"Medioevo a Pistoia", un successo da 11mila visitatori

Il bilancio di "Pistoia Musei" sull'ottimo successo avuto dalla mostra "Medioevo a Pistoia", uno degli appuntamenti clou dell'anno culturale pistoiese.

"Medioevo a Pistoia", un successo da 11mila visitatori
Cultura Pistoia, 03 Giugno 2022 ore 15:51

Si è chiusa con grande successo di critica e di pubblico la mostra Medioevo a Pistoia. Crocevia di artisti fra Romanico e Gotico, presentata da Pistoia Musei all’Antico Palazzo dei Vescovi e al Museo Civico dal 27 novembre 2021 al 29 maggio 2022. La mostra, che per la prima volta ha illustrato lo straordinario panorama delle arti a Pistoia dal XII agli inizi del XV secolo, ha registrato 11mila presenze, riscontrando il numero di visitatori più alto nella storia di Pistoia Musei.

"Medioevo a Pistoia", che bel successo di pubblico

«Siamo davvero soddisfatti – commenta Monica Preti, direttrice di Pistoia Musei – del successo ottenuto da Medioevo a Pistoia. Oltre ai moltissimi visitatori, la mostra (insieme al relativo catalogo edito da Mandragora) ha infatti avuto un riscontro molto positivo anche all’interno della comunità scientifica nazionale e internazionale».

«Grazie alle numerose attività educative, e ai tanti eventi aperti alla città – prosegue Preti – abbiamo coinvolto attivamente i diversi pubblici del territorio, creando un’offerta culturale approfondita di cui tutti hanno potuto beneficiare, e rendendo il museo uno spazio vivo, partecipativo e accessibile. Tutto ciò, all’interno dell’Antico Palazzo dei Vescovi, edificio storico parzialmente riaperto ai visitatori grazie al lavoro di Pistoia Musei, che ne sta curando l’ampio piano di ristrutturazione secondo un nuovo progetto museologico e museografico».

«Sono molto contenta – conclude la direttrice di Pistoia Musei – della fiducia che Fondazione Caript mi sta dando. L’attività del polo museale che dirigo è infatti orientata sulle stesse linee guida dell’ente: la valorizzazione e lo sviluppo del territorio e del suo straordinario patrimonio artistico. I risultati ottenuti con questa iniziativa, che oltretutto ha coinvolto chiese, monumenti e altri musei del centro storico, mi sembra che vadano in questa direzione».

Le attività di Pistoia Musei non si fermano qui. Recentemente inaugurato, il percorso stabile Collezioni del Novecento è visitabile a Palazzo de’ Rossi tutti i giorni dalle 10 alle 20, con apertura straordinaria domani giovedì 2 giugno.

Inoltre, domenica 5 giugno alle 18 è possibile visitare Palazzo de’ Rossi, storico edificio settecentesco nel cuore della città. La sede di Fondazione Caript si apre al pubblico con un calendario di visite guidate gratuite, alla scoperta di ambienti normalmente non accessibili, che ospitano parte delle sue collezioni d’arte. I partecipanti hanno diritto al biglietto d’ingresso ridotto a Collezioni del Novecento.

Per quanto ai prossimi eventi espositivi, a partire da sabato 18 giugno l’Antico Palazzo dei Vescovi accoglierà In fabula. Capolavori restaurati della Collezione Bigongiari, a cura di Monica Preti e Alessio Bertini. Realizzata in partnership con Intensa Sanpaolo, la mostra è dedicata a un nucleo di dipinti appena restaurati della collezione di Piero Bigongiari (1914-1997). In fabula consentirà di riscoprire i capolavori selezionati, valorizzando gli elementi di novità emersi durante i restauri e il legame tra le opere e il collezionista e porrà i dipinti in dialogo con pubblici diversi, per dar vita a nuove interazioni e nuovi racconti.

Da sabato 25 giugno, infine, sarà aperta al pubblico la mostra diffusa PISTOLETTO PISTOIA | Costellazione: 5 passi tra creazione e memoria, a cura di Monica Preti e co-progettata con Cittadellarte. Una serie di opere-faro del grande Maestro abiterà gli spazi dell’Antico Palazzo dei Vescovi, della Chiesa di San Leone, della Biblioteca Fabroniana, di Palazzo Fabroni e dell’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un Terzo Paradiso nel territorio della Valdinievole, nei pressi dell’oasi naturale del Padule di Fucecchio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter