Cultura
IL SENSO DEL COLORE

Le opere dell'artista pistoiese Domenico Asmone conquistano Milano

Le opere dell'artista pistoiese Domenico Asmone conquistano Milano
Cultura Pistoia, 07 Febbraio 2022 ore 10:31

Un successo quasi inaspettato. Domenico Asmone, pittore e scultore di Pistoia, ha conquistato Milano con la mostra “Il colore mi possiede”, inauguratasi venerdì scorso alla Fondazione Luciana Matalon e che rimarrà aperta al pubblico sino al 17 febbraio.

Domenico Asmone conquista Milano

L’esposizione, organizzata in collaborazione con la Galleria Colonna di Appiano Gentile (CO) e che sta avendo un ottimo riscontro di pubblico e critica, presenta oltre 20 opere fra dipinti ad olio su tela, sculture in ceramica e altorilievi in ceramica smaltata distribuite sui due piani della Fondazione

 

Domenico Asmone, fra gli artisti italiani contemporanei più interessanti e con un fortissimo legame con la sua città, ha iniziato a dipingere negli anni Ottanta partendo da un figurativo ragionato e oggettivo, caratterizzato da forme ben delineate e leggibili, per poi trovare la sua massima espressione in un’informale ricco e denso, emotivamente forte, dove la Natura è il punto di partenza, per un’arte intensa nella quale dominano colore e luce, i due elementi che maggiormente definiscono il suo lavoro.

Artista eclettico nello stile e nel linguaggio, durante l’inaugurazione di venerdì 3 febbraio ha spiegato chiaramente come prende forma la sua arte: “Le opere che realizzo nascono con me, seguono il mio istinto, la tensione emotiva che in quel momento sento dentro. Non c’è un canovaccio prestabilito. L’arte è e dev’essere emozione, ed è proprio quello che provo a trasmettere ogni volta che realizzo un quadro o una scultura. La decisione di porre davanti al titolo di ogni opera l’aggettivo ‘cromatico’ non è dunque casuale, ma per me fondamentale, perché il colore è il mezzo con il quale cerco di parlare con il pubblico, il modo migliore che conosco per esprimere quello che provo”.

Alla presentazione della mostra era presenta anche Nello Taietti, presidente della Fondazione Luciana Matalon: “Siamo felici di ospitare all’interno del nostro spazio espositivo le opere di un artista completo come Domenico Asmone, che ha voluto confrontarsi con una città esigente e attenta all’arte come Milano, che anche attraverso l’arte sta cercando di buttarsi alle spalle un periodo così difficile come quello che stiamo vivendo tutti noi e che speriamo sia giunto alla fine. Un’arte tanto forte e comunicativa come quella di Domenico Asmone non può che farci avere fiducia nel futuro”.

La mostra è accompagnata da un catalogo edito dalla Casa Editrice “Gli Ori” di Pistoia (112 pagine, € 20) con testi critici di Nello Taietti, Siliano Simoncini e Alessandro Paolo Mantovani.

SFOGLIA LA GALLERY:

5 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter