Cultura
lo sfogo

L'attore Andrea Buscemi sullo spettacolo ko a Castiglioncello: "Cancellato perché dicono che sia di destra"

L'attore Andrea Buscemi scrive al Governatore Eugenio Giani dopo l'annullamento dello spettacolo che era previsto a Castiglioncello: si parla di motivazioni politiche alla base dell'alt.

L'attore Andrea Buscemi sullo spettacolo ko a Castiglioncello: "Cancellato perché dicono che sia di destra"
Cultura 03 Agosto 2022 ore 19:42

Questo quanto dichiarato dall'attore Andrea Buscemi all'Ansa e che riportiamo sul nostro sito Primapistoia.it

Cancellato lo spettacolo di Andrea Buscemi a Castiglioncello, le motivazioni dell'attore

"Hanno detto che non c'era alcun accordo contrattuale con la nostra compagnia, ma in realtà lo spettacolo è stato cancellato per questioni politiche solo perché mi accusano di essere di destra". Lo denuncia in una lunga lettera indirizzata al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l'attore e regista Andrea Buscemi, riguardo alla cancellazione del suo spettacolo 'L'Avaro' di Moliere programmata per il 16 agosto a Castello Pasquini di Castiglioncello (Livorno) ma poi unilateralmente disdetto dagli organizzatori nei giorni scorsi. Buscemi parla di "ostracismo" e "discriminazione" della sua attività artistica in Toscana e richiama Giani a intervenire sulla "precisa architettura eretta a totale sostegno di alcuni operatori".

Buscemi 'scende in campo' accusando i promotori di spettacoli in Toscana di discriminarlo per la sua presunta appartenenza al centrodestra dato che lo stesso Buscemi è stato assessore nella giunta comunale di Pisa a guida Lega.

"I fatti di Castiglioncello - scrive a Giani - sono la punta dell'iceberg di un diffuso atteggiamento ostracistico e discriminatorio che la mia attività artistica subisce da molto tempo in Toscana soprattutto in ambito pubblico, e che sembra acuitasi ulteriormente nell'ultimo periodo". Secondo Buscemi in Toscana c'è "una precisa architettura eretta a totale sostegno solo di alcuni operatori del settore, completamente a se stante, una nicchia per privilegiati ed eletti totalmente inespugnabile né avvicinabile da chicchessia: io sono considerato un 'diverso', un cane sciolto, e la mia vis polemica irrita perché tocca temi che tutti conoscono ma di cui nessuno ama parlare". Infine, l'appello a Giani: "Non si volti dall'altra parte, anche perché forse non sarò l'unico a cui in futuro verranno fatti questi torti".

In precedenza l'annullamento del 'Moliere' dal programma di Castello Pasquini aveva innescato una prima polemica da parte di Eva Robin's, interprete dello spettacolo, con altre due attrici della compagnia, Martina Benedetti e Livia Castellana. Con le loro tre firme avevano scritto al sindaco di Rosignano (Livorno) - di cui Castiglioncello è frazione - lamentandosi della "discriminazione subita" con la cancellazione dal cartellone. Ma gli organizzatori hanno immediatamente replicato "che non vi era alcuna data fissata, né contratti sottoscritti" con la compagnia teatrale.

Seguici sui nostri canali