Cultura
i concerti

Il cartellone completo della quinta edizione di "Popiglio Django Festival"

Appuntamenti importanti con la quinta edizione di Popiglio Django Festival sotto la direzione di Maurizio Geri.

Il cartellone completo della quinta edizione di "Popiglio Django Festival"
Cultura Montagna, 18 Giugno 2022 ore 10:36

Il festival internazionale di chitarra di Popiglio è dedicato alla figura di Django Reinhardt ed è il rapporto dialettico fra ricerca e sperimentazione che ne anima i contenuti e le proposte. La ricerca scava necessariamente nel passato e  nelle tradizioni, punti di partenza indispensabili ed elementi di studio e riflessione, tradizioni intese però non  nell'accezione divisiva e nazionalista e confinate quindi nel loro ambito geografico o peggio etnico, ma belle proprio perché frastagliate, variegate, differenti fra loro insomma, che trovano casomai il loro comun denominatore in  questo strumento così presente nella mitologia popolare e nell'immaginario classico che è la chitarra. Sperimentazione che parte appunto dalla conoscenza delle proprie origini, in quel processo identitario con cui ogni artista deve necessariamente confrontarsi per avere un rapporto chiaro prima con se stesso e quindi con il pubblico.

Popiglio Django Festival, ecco quello che c'è da sapere

Queste le considerazioni che muovono ed ispirano la programmazione del festival, esibizioni di artisti già affermati a livello internazionale e nuove proposte che aprano la strada verso nuovi paesaggi sonori, magari sconosciuti ma  altrettanto significativi ed interessanti. Il riferimento alla figura di Django diventa per noi sinonimo di qualità, di  comunione fra culture diverse, di sublimazione artistica, di coinvolgimento emotivo, di compartecipazione.

TURISMO DI QUALITÀ

L’evento, giunto alla quinta edizione, ha visto negli anni passati la partecipazione di appassionati giunti da ogni parte d’Italia; il borgo medievale di Popiglio ed in generale la montagna pistoiese con i suoi boschi ed i sentieri, con le  attrattive storiche e naturalistiche permettono un soggiorno ideale per gli amanti dell’ambiente, della natura e del  trekking. Il vicino Ponte di Castruccio e il ponte sospeso (sul torrente Lima), l’affioramento medievale delle Torri di  Popiglio, i vicini borghi di Cutigliano e Piteglio, l’Abetone con il suo Orto botanico, le strutture che fanno parte  dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese ( Il Museo delle genti di Rivoreta, del Ferro di Pontepetri, del
Ghiaccio delle Piastre), l’Osservatorio astronomico di Pian dei Termini con l’annesso parco delle stelle, sono solo  alcune delle attrattive che il nostro territorio offre al visitatore. Per questa edizione saranno organizzate delle visite guidate nelle mattine del 9 e del 10 Luglio a cura dell’Associazione Valle Lune e dell’Ecomuseo Montagna Pistoiese.

IL PROGRAMMA

La quinta edizione del festival si svolgerà nei giorni 7- 10 Luglio 2022. Sono previsti tre concerti serali (dal 7 al 9 alle  21.30) al Teatro Mascagni di Popiglio, due concerti aperitivo (18- 19.30) i giorni 8 e 9, un concerto pomeridiano a conclusione del festival (Domenica 10, alle 18) e sempre Domenica l’esibizione dei tre corsi base di canto, chitarra e  tap-dance (ore 16 - 18) nello spazio all’aperto messo a disposizione dagli agriturismi Le Dogane e Lambure, sulle rive  del fiume Lima a dieci minuti di cammino dal Teatro, con a fianco lo splendido ponte medievale di Castruccio (il  luogo è naturalmente raggiungibile anche in macchina).

Sono inoltre previsti tre ulteriori concerti decentrati nelle frazioni del comune di San Marcello Piteglio il 13,14 e 16 Luglio: nell’ordine Nick Becattini Band al giardino soprastante la sede dell’ecomuseo a Gavinana, Abbey Road Dixie Band, a Calamecca e Totem & Tabù a Crespole nelle sale dello pro-loco. L’aspetto didattico si articolerà quest’anno  su due differenti attività: tre i corsi di base della durata di circa 12 ore complessive suddivise nei giorni 7-8-9-10 Luglio : chitarra (insegnante Dario Napoli) canto (a cura di Claudia Tellini e Nicola Vernuccio) ballo swing e Tap ( a cura di Eva Agostinelli). Ai corsi base saranno come sempre affiancate le masterclass (circa due ore) a cura dei  musicisti in cartellone, presumibilmente la mattina successiva all’esibizione in teatro.

I CONCERTI (ore 21.30)

Giovedì 7
Il festival si aprirà con il concerto del quartetto alsaziano di Brady Winterstein, la nuova generazione delle storiche  famiglie Manouche che tradizionalmente si tramandano lo stile di Django di padre in figlio, perfettamente in tema  con lo spirito del nostro festival che inserisce gli stilemi del Jazz in un più ampio contenitore: la world-music dove il  racconto musicale della tradizione delinea le esperienze culturali dei popoli migranti.

Venerdì 8

L’Orchestra Bailam è un quintetto genovese, il loro repertorio è una tavolozza di colori che solo una grande città  portuale può raccontare. Dalla musica yiddish alle mille influenze che attraversano il mediterraneo, Genova si  racconta nei viaggi, nelle suggestioni, nelle speranze dei popoli naviganti.

Sabato 9

Una singolare proposta, quella dei Musica da Ripostiglio che spazia tra canzoni originali e classici italiani (Conte,  Carosone, Celentano), in un’atmosfera tipicamente retrò in cui lo swing dei primi anni del ‘900, si tinge di influenze  gitane e francesi, confluisce in sirtaki greci, fino ad impregnarsi di profumi tangheggianti, walzer e boleri, con un  accurato lavoro sui testi, originali e irriverenti.

IL SAGGIO CONCLUSIVO

Domenica 10 (Le Dogane ore 16-18) Nel pomeriggio, si svolgerà il saggio conclusivo di tutti i partecipanti ai corsi ed  alle masterclass; le tre classi si esibiranno sia singolarmente (chitarristi, cantanti, ballerini) sia collaborando fra di  loro, per dare vita ad un gruppo allargato che vedrà coinvolti tutti i partecipanti. IL CONCERTO FINALE (Le Dogane  ore 18.00) A conclusione del festival, abbiamo voluto rendere omaggio all’amico chitarrista fiorentino  Leonardo Boni, recentemente scomparso, attraverso un concerto tributo allestito per l’occasione dai suoi colleghi musicisti: la Leo Boni tribute band.

INFO E CONTATTI

Prenotazione biglietti Teatro: Biblioteca Bellucci 0573621289
Iscrizione ai corsi: 3476644087 gerimaus@hotmail.com
Numero verde per info: 800974102

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter