Cultura
Bella iniziativa

Cipes, PoieinLab e G713 organizzano una raccolta fondi per la ricostruzione del teatro di Mariupol

Venerdì 1° aprile la proiezione di un classico della cinematografia mondiale girato ad Odessa, in Ucraina, lo spunto per raccogliere fondi per la ricostruzione del teatro di Mariupol da parte di G713, Cipes e PoieinLab.

Cipes, PoieinLab e G713 organizzano una raccolta fondi per la ricostruzione del teatro di Mariupol
Cultura Pistoia, 28 Marzo 2022 ore 16:31

Ciò che sta accadendo in questi giorni, con l’invasione dell’Ucraina voluta da Vladimir Putin, sta profondamente cambiando per l’ennesima volta - dopo quanto successo con la pandemia - gli equilibri mondiali per almeno i prossimi cinquanta anni. L’aggressione russa a un Paese sovrano guidato da un governo democraticamente eletto sembra spostare le lancette della Storia alle barbarie del secolo scorso e chiama oggi direttamente in causa i valori fondanti della Democrazia europea, sfidata da modi di potere e da imposti stili di vita violenti e dittatoriali. Come sempre, le vittime principali della guerra sono le popolazioni. Non solo quella ucraina, assediata e falcidiata dai bombardamenti, ma anche quella russa, annichilita da un regime ormai pressoché totalitario.

L'evento solidale di Cipes, G713 e PoieinLab in favore dell'Ucraina

L’associazione G713-Pistoia Valley, presso il Polo Culturale Puccini Gatteschi, in collaborazione con il Cipes (Centro di Iniziativa Pistoiese per l’Economia e il Sociale) e PoieinLab-Ricerca Sociale, organizzano perciò venerdì 1° Aprile alle ore 18:15, presso il Teatro Puccini Gatteschi (in vicolo Malconsiglio 7, a Pistoia), un momento di riflessione e di aiuto concreto. Sarà proposta la visione di uno dei capolavori del cinema mondiale – La Corazzata Potëmkin (1925, di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn) – ambientato a Odessa (oggi sotto le bombe del Cremlino) e un inno alla resistenza contro ogni autoritarismo, e saranno raccolti fondi per la ricostruzione del Teatro di Mariupol, città dell’Ucraina sudorientale distrutta nei giorni scorsi e sotto le cui macerie sono morte centinaia di persone.

Presentazione a cura di Alfonso Venturini, Storico del Cinema.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter