L'iniziativa

Alla scoperta dei giardini di Buggiano Castello

Si aprono le porte del Borgo degli agrumi.

Alla scoperta dei giardini di Buggiano Castello
Valdinievole, 12 Ottobre 2020 ore 16:46

Alla scoperta dei giardini di Buggiano Castello

I giardini di Buggiano Castello tra cibo e cultura. Tornano ad aprirsi i giardini segreti del borgo degli agrumi per un’iniziativa, in programma domenica 18 ottobre, organizzata dalla Confesercenti. Buggiano Castello è uno dei luoghi più nascosti e affascinanti della Valdinievole, un gioiello medievale meglio noto come “borgo degli agrumi”. L’evento si svolge nell’ambito della rassegna “Appunti di viaggio. Racconti di Toscana tra cultura e cibo”, organizzata dalle Confesercenti di Pistoia, Prato, Siena e Livorno con il contributo di Camera di Commercio di Pistoia e Vetrina Toscana (il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti tipici del territorio). Eccezionalmente per questo evento saranno aperti i giardini privati del borgo e il bellissimo parco di Villa Sermolli. Il ritrovo dei partecipanti è alle 10 al parcheggio del ristorante Sant’Elena, in via Gavine 29 a Buggiano La visita avrà inizio alle 10,15 con una passeggiata al Castello, chiamato appunto anche borgo degli agrumi per il microclima particolarmente mite che favorisce la crescita di alberi da frutto. Il piccolo borgo, di circa 150 abitanti, è un vero gioiello del Medioevo. I partecipanti cammineranno per le sue stradine, visitando il Palazzo Pretorio e la chiesa della Madonna della Salute e S. Nicolao, risalente al XI secolo. Durante la visita verranno raccontate le storie di vita medievale, di quando il popolo viveva sulle colline per la propria sicurezza ma anche perché nella valle c’era la “temibile” palude. Grazie a un accordo con l’associazione culturale Buggiano Castello, davanti agli occhi dei visitatori si spalancheranno poi i cancelli dei giardini privati. Sarà così possibile ammirare i numerosi tipi di piante e frutti che nascono in questi orti-giardini, mantenuti con grande cura dai loro proprietari. Sarà infine possibile visitare anche i giardini di Villa Sermolli, acquistata nel 1600 dall’omonima famiglia e che si distingue in paese per il suo tipico colore rosso magenta. Al termine della visita è in programma un pranzo con un tipico menù toscano al ristorante Perlage di Montecatini Terme (antipasto del contadino, pappa al pomodoro, farinata di cavolo nero, pasta al ragù, fritto dell’aia, gelato alla crema con cialda: costo 25 euro con prenotazione entro venerdì). Per info e prenotazioni: 3664091762, anche su whatsapp stefania@primaveraviaggi.it L’evento si svolgerà nel rispetto della normativa anti-covid.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità