Menu
Cerca

Valleriana, ecco gli eletti per l’uso civico a San Quirico

Si è conclusa positivamente l'elezione per nominare il nuovo comitato di amministrazione separata per l'uso civico a San Quirico: la soddisfazione del sindaco di Pescia, Oreste Giurlani, che traccia la strada per il futuro.

Valleriana, ecco gli eletti per l’uso civico a San Quirico
Valdinievole, 27 Gennaio 2020 ore 14:03

Soddisfazione da parte del sindaco di Pescia, Oreste Giurlani, per l’esito delle elezioni per la nomina del comitato di amministrazione separata dell’uso civico a San Quirico: tutti al voto ed ecco gli eletti.

Uso civico a San Quirico: chi sono gli eletti

I 210 aventi diritto al voto hanno espresso la loro preferenza per le elezioni del comitato per l’amministrazione separata degli Usi Civici di San Quirico. Le votazioni, che si sono svolte nella giornata di domenica 26 gennaio, dalle 7 alle 20, presso il seggio istituito come sezione unica in piazza Garibaldi 5, presso il circolo Arci “La Castella del Turista”, hanno messo in fila i vari candidati e determinato i 5 che faranno parte del comitato.

Queste le preferenze espresse, fino a quattro, per l’unica lista presentata “Uso Civico di S.Quirico, guardiamo al passato per costruire il futuro”: Alessio Sforzini 47, Jhonny Alberto Westerholm 38 , Claudia Baglioni 36, Mauro Agostini 34, Giovanni Baglioni 28, che risultano quindi eletti.

Hanno preso preferenze anche Debra Menshik, 21,Danilo Giusti,6, Massimo Giuntini, 4, Massimo Caietti, 2, e Roberto Boschi, Moreno Benigni e Marino Baglioni con 1.

“Ringrazio la comunità di S.Quirico per la partecipazione al voto e mi auguro che ora il comitato cominci a lavorare quanto prima per l’area interessata, che è di 20 ettari, presentando un progetto operativo , che dovrà essere presentato alla cittadinanza della frazione e poi condiviso con l’amministrazione comunale- ha dichiarato il sindaco di Pescia Oreste Giurlani – L’uso civico era fermo dagli anni settanta e il fatto che i cittadini lo abbiano rivoluto e le istituzioni lavorato affinché fosse ripristinato è una buona notizia per la nostra montagna”.

LEGGI ANCHE: L’addio a Narciso Parigi