Menu
Cerca
toccante

Una storia d’amore ai tempi del Covid nell’albergo sanitario

"E' stato uno splendido incontro che ha ricordato a tutti noi, che nonostante i momenti avversi non dobbiamo mai dimenticare la gioia di riscoprire un piccolo gesto" .

Cronaca Pistoia, 09 Aprile 2021 ore 16:48

Anziana coppia di coniugi si riunisce nell’Albergo Sanitario. La lettera dello Staff dell’Hotel Terme Pellegrini di Montecatini agli operatori sanitari dell’Azienda USL Toscana centro.

IL VIDEO DELLA COPPIA:

Una storia d’amore ai tempi del Covid nell’albergo sanitario

Un’anziana coppia di coniugi si è riunita nel giorno di Pasqua nell’Hotel Terme Pellegrini di Montecatini che in questo momento svolge la funzione di albergo sanitario in convenzione con la ASL per accogliere coloro che avendo contratto il Covid19 non possono seguire nel proprio domicilio l’isolamento. Negli “alberghi sanitari”, attivi orma da un anno, e distribuiti su tutto il territorio, è garantita l’idonea sorveglianza infermieristica e medica per i pazienti con coronavirus e la relativa sicurezza oltre alle cure.

In questi giorni lo staff dell’Hotel ha inviato una toccante lettera al personale sanitario avendo assistito alla riunione di due anziani coniugi nel giorno di Pasqua.

“In  questa nuova avventura, in cui ci siamo imbattuti, – scrive lo Staff dell’Albergo- abbiamo vissuto dei momenti difficili: ospiti ammalati, corse in ambulanza, ospiti ribelli, a volte anche indisponenti e aggressivi; ci siamo trovati ad affrontare problematiche mai affrontate prima; abbiamo imparato i nomi delle medicine più disparate, abbiamo conosciuto medici, infermieri, volontari, tecnici, colleghi con cui abbiamo condiviso gioie e dolori di questa avventura. Tutto sommato, un lavoro molto duro.

Il lavoro però, così proprio come la vita, riserva sempre delle sorprese, dei doni, delle soddisfazioni che arrivano così: improvvise e prorompenti.

Vogliamo mandare un messaggio a tutti voi, proprio a ridosso delle festività pasquali per condividere, scusate il gioco di parole, il senso di condivisione  che ci sta accomunando.

I sig.ri Silvestri Giuseppe e Barrasso Pasqua si sono riuniti inseguito al ricovero, di quest’ultima, in Terapia Intensiva, dovuto al virus Covid-19. E’ stato un momento toccante, commovente e di grande stimolo e appagamento per tutti gli sforzi fatti da tutti, a più livelli.

E’ stato uno splendido incontro che ha  ricordato a tutti noi, che nonostante i momenti avversi non dobbiamo mai dimenticare la gioia di riscoprire un piccolo gesto” .

Chissà se il suo nome non le abbia portato fortuna, i coniugi Giuseppe Silvestri e Pasqua Barbasso, lui classe 1934 e lei 1938, una coppia insieme negli anni ed insieme anche nella sofferenza e nella solitudine dell’isolamento Covid, ricoverati presso il San Jacopo di Pistoia Medicina D, lui stà meglio;  il 25 marzo entra in ASP Albergo Sanitario Hotel Terme Pellegrini a Montecatini, ma il suo cuore, la sua metà è in Terapia Intensiva al San Jacopo, non riesce a comprendere quanto è grande la sua solitudine, tanti giorni ad aspettare a pensare ad ascoltare dalla figlia piccoli miglioramenti di sua moglie, poi ecco la Santa Pasqua e proprio Pasqua viene dimessa, stà bene ed il 1 aprile si ritrovano proprio li in Hotel le lacrime non si trattengono gli abbracci, incredulo lui di riabbracciare la sua amata Pasqua.

Finalmente ancora insieme in una camera di Hotel per una strana luna di miele all’età di 87 anni, ma l’amore non ha età e confini anche nell’era Covid.