CRONACA

Una delegazione della Misericordia di Agliana ha celebrato la festa annuale dell’Immacolata

Una festa in formato ridotto, a causa dell’emergenza Covid-19 che stiamo vivendo, che ha permesso, comunque, di festeggiare, come da tradizione, i confratelli e le consorelle, ringraziandoli per l’infaticabile attività e la molteplicità dei servizi che giorno e notte svolgono a favore della comunità aglianese e zone limitrofe

Una delegazione della Misericordia di Agliana ha celebrato la festa annuale dell’Immacolata
Cronaca Piana, 09 Dicembre 2020 ore 10:33

La Misericordia di Agliana ha celebrato l’annuale ricorrenza dell’Immacolata Concezione partecipando, con una delegazione del Magistrato e dei volontari, alla S. Messa, celebrata da don Paolo Tofani, nella chiesa propositurale di San Piero, alla presenza del sindaco Luca Benesperi, della comandante della Polizia Municipale, Lara Turelli e di una rappresentanza del gruppo donatori di sangue Fratres.

Festa in formato ridotto

Una festa in formato ridotto, a causa dell’emergenza Covid-19 che stiamo vivendo, che ha permesso, comunque, di festeggiare, come da tradizione, i confratelli e le consorelle, ringraziandoli per l’infaticabile attività e la molteplicità dei servizi che giorno e notte svolgono a favore della comunità aglianese e zone limitrofe. I numerosi volontari, opportunamente formati, garantiscono, infatti, la copertura delle emergenze sanitarie, in convenzione con la centrale unica del 118, oltre al trasporto ordinario degli infermi, sia con mezzi ordinari, sia con mezzi attrezzati, alla consegna dei farmaci e della spesa a domicilio e all’assistenza prestata in occasione delle manifestazioni sportive ed eventi di vario genere, dove è richiesta la presenza di un’autoambulanza.

“Quest’anno ci siamo limitati a partecipare alla celebrazione religiosa, senza ritrovarci in sede, com’era consuetudine fino allo scorso anno, per festeggiare i nostri volontari e trascorrere una giornata all’insegna dell’amicizia e dell’allegria – sottolinea il Governatore della Confraternita, Ilaria Signori -. Però, ci tenevamo a non far passare inosservata la festa dell’8 dicembre”.

“Celebrare una festa ridimensionata ci ha rattristato enormemente, ma è stata una decisione inevitabile, dettata solo dalle stringenti norme in atto per limitare il diffondersi della pandemia. Ci sarà, comunque, l’occasione, non appena avremo superato questo momento – prosegue Ilaria Signori -, per riprendere la normale attività della Misericordia, con i corsi di formazione di livello base e livello avanzato, il cammino già intrapreso per la vestizione dei confratelli e delle consorelle e festeggiare adeguatamente tutti i volontari, per ringraziarli per l’instancabile dedizione volta ad alleviare la sofferenza e le difficoltà della popolazione”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità