Un pendolare: “Quanta sporcizia alla stazione: volatili con la dissenteria…”

"Scrivo perché, nell'intento di prendere il treno, mi sono scoperto sorprendenti doti di slalomista. Purtroppo non tra la neve. E un risultato quanto meno indecente quello della nostra cara stazione".

Un pendolare: “Quanta sporcizia alla stazione: volatili con la dissenteria…”
Pistoia, 19 Dicembre 2019 ore 09:29

La lettera è arrivata in redazione da un pendolare nella tratta Pistoia-Firenze, Tiziano Carradori. “Mancavo di pendolare dal 20 novembre scorso. Oggi sono finalmente tornato al mio usuale “mestiere”. Alle 7.40 di stamani mi sono presentato nella stazione FS di Pistoia per prendere il regionale delle 7.50, destinazione Firenze SMN. Scrivo perché, nell’intento di prendere il treno, mi sono scoperto sorprendenti doti di slalomista. Purtroppo non tra la neve, come testimoniano le foto. L’impressione è che dal 20 novembre scorso si sia sviluppata tra i volatili che dimorano in stazione una brutta forma di dissenteria”.

Un risultato indecente sotto gli occhi di tutti

“E che non siano stati allertati né veterinari né squadre di pulizia. Il risultato è quanto meno indecente. Ho quindi deciso per tre azioni, che mi auguro siano coronate da successo:

1) una denuncia all’Ente protezione animali per crudeltà. Perché si smetta di alimentarli con cibo inappropriato e dagli effetti devastanti;

2) l’avvio di una colletta tra noi pendolari affinché si raccolga il necessario per dotare le pensiline dei binari 2 e 3, e già che ci siamo anche quelli dei 4 e 5, delle reticelle antivolatili che (dopo altre proteste) sono state posizionate e hanno dato buona prova di sé al binario 1. Evidentemente Centostazioni o Rete ferroviaria italiana hanno esaurito i fondi destinati agli interventi antiguano. Niente paura. Provvederemo noi a fornirglieli. Magari scontandoli sull’acquisto dei biglietti e degli abbonamenti. Che anche a questo dovrebbero servire.

3) l’inoltro di questa mia anche al numero verde che la Regione Toscana ha istituito per raccogliere segnalazioni e proteste relativamente al Trasporto pubblico locale. Chissà che una di queste tre non sortisca un qualche positivo effetto.

Fa davvero male sentire decine di viaggiatori definire “stazione di m…” un luogo tutto sommato storico, utile e per certi versi a me caro, peraltro oggetto non molto tempo fa, di infiniti lavori di restling”, conclude il pendolare.

Leggi anche: Allagamenti al sottopasso di Spazzavento, il sindaco Tomasi attacca Rfi

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità