Truffa dello specchietto, arrestato un 46enne di Montecatini Terme

Dopo un mese di indagini, finisce agli arresti un uomo accusato di aver messo in scena la rottura dello specchietto retrovisore della propria auto nei confronti di una 21enne di Monsummano Terme.

Truffa dello specchietto, arrestato un 46enne di Montecatini Terme
Valdinievole, 20 Gennaio 2020 ore 13:12

Intensa attività dei Carabinieri di Ponte Buggianese che hanno smascherato l’attività della truffa dello specchietto portata avanti da un 46enne di Montecatini che lo scorso 15 dicembre aveva impaurito una giovane monsummanese con la sua azione.

Truffa dello specchietto, Carabinieri di Ponte Buggianese in azione

I militari della Stazione Carabinieri di Ponte Buggianese hanno tratto in arresto B.A. di anni 46 residente a Montecatini Terme, pregiudicato nullafacente, in esecuzione di Ordinanza di Custodia Cautelare, emessa dal GIP presso il Tribunale di Pistoia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, che concordava con le risultanze investigative emerse dalle attività d’indagine.

In particolare, le indagini condotte dai militari della Stazione di Ponte Buggianese, permettevano di definire chiari, precisi e concordanti indizi di colpevolezza in capo all’uomo, in ordine al reato di truffa consumata nella tarda serata del 15 dicembre scorso.

Nella circostanza, il predetto mentre transitava in una strada in prossimità di Chiesina Uzzanese, inscenava la “truffa dello specchietto” retrovisore accusando falsamente una ragazza di 21 anni residente a Monsummano Terme che poco prima, a bordo della propria autovettura, lo aveva sorpassato.

A quel punto, l’uomo, dopo aver inseguito e raggiunto la ragazza, pretendeva a titolo di risarcimento la somma di 50,00 euro, che la giovane donna impaurita anche dal fatto di trovarsi da sola al buio, prontamente consegnava.

La mattina seguente, tuttavia, si recava presso la caserma della Stazione Carabinieri di Ponte Buggianese a denunciare l’accaduto. L’arrestato, ultimate le formalità di rito, veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

LEGGI ANCHE: Va in tilt WhatsApp, giornata complicata quella di domenica 19 gennaio

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei